Schermi

La ricerca di un'irreale perfezione, a metà strada tra realtà e finzione, costringe a una corsa interminabile verso il raggiungimento di stili di vita ideale, impeccabile, in un eterno confronto con gli altri utenti.

Volendo forzare la mano, possiamo dire che è composto da due momenti, che fanno parte della tessitura narrativa: anzitutto l’attenzione a gesti, parole e viaggi del Papa; inoltre, c’è un raccordo di parola e sguardodiretto allo spettatore, che aiuta a ritessere i cinque anni di pontificato. Vanno ricordati poi alcuni inserti narrativi in bianco e nero girati ad Assisi, frutto dell’estro creativo di Wenders, che ha voluto richiamare il santo di Assisi, Francesco, da cui papa Bergoglio ha ripreso il nome come atto programmatico del suo pontificato: essere povero per i poveri, costruttore di dialogo e pace tra i popoli

L'atleta paralimpica, conduttrice televisiva e politica commenta la vicenda di Chiara Bordi, candidata Miss Italia con la protesi a una gamba, che tornerà stasera in passerella per la finale. “Gli insulti sui social non sono una novità. Ma la vita non è sui social”

“Roma” di Alfonso Cuarón vince il Leone d’oro della 75ª Mostra del Cinema della Biennale di Venezia. Il massimo riconoscimento del Festival è stato assegnato dalla Giuria presieduta da Guillermo del Toro. “Roma” è prodotto da Netflix, che così ottiene il primo riconoscimento di peso in un Festival.

Lo smartphone, e gli ambienti a cui ci dà accesso ogni istante della nostra vita, lo controlliamo decine di volte al giorno. Alcuni in modo compulsivo. Molti studi parlano di una forchetta fra le 80 e le 120 sessioni ogni 24 ore.