Anziani, l’allarme: “Assistenza domiciliare sempre più a rischio”

Cresce il numero di anziani non autosufficienti in Italia, ma diminuisce quello dei caregiver familiari e le previsioni per il futuro sono tutt’altro che rosee. Problemi e prospettive della domiciliarità in una ricerca pubblicata da Auser e Spi Cgil. Pedretti (Spi Cgil): «È un’emergenza nazionale. Servono una legge e le risorse».

Anziani, l’allarme: “Assistenza domiciliare sempre più a rischio”
Il futuro dell’assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti in Italia non è affatto roseo: mentre cresce il numero di anziani bisognosi di cure, diminuisce il numero dei caregiver familiari; gli anziani del futuro avranno pensioni più basse e questo inciderà anche sul mercato privato di cura, con “conseguenze gravissime” per milioni di famiglie italiane. A lanciare l’allarme è una nuova ricerca promossa da Auser e Spi Cgil dal titolo “Problemi e prospettiva della domiciliarità. Il diritto di invecchiare...

Gentile lettore, grazie per aver scelto questo articolo



Ti interessa continuare la lettura?

Abbonati per un anno alla Difesa del popolo per soli 30 euro

oppure

Prova gratis per un mese il nostro abbonamento digitale


Abbonati subito

Così potrai:



  • leggere il settimanale su pc, smartphone e tablet fin dal mercoledì

  • avere libero accesso in ogni momento a tutti i contenuti del sito
  • aderire agli eventi della nostra associazione "La Difesa s'incontra"


La Difesa del popolo, ogni giorno insieme a te.