In municipio si comunica anche in lingua dei segni

A fare da apripista il comune del veneziano, ma altri stanno già seguendo l’esempio. Il servizio è possibile grazie alla legge approvata dal Consiglio Regionale del Veneto il 15 febbraio 2018 che riconosce la lingua dei segni italiana (LIS) e promuove l’inclusione sociale delle persone sorde.

 In municipio si comunica anche in lingua dei segni

Dal 1 giugno in municipio si comunica anche in lingua dei segni, tramite un interprete disponibile da remoto, in videochiamata via app. A fare da apripista è Mira, comune del veneziano, ma altri stanno già seguendo l’esempio, come Monastier, nel trevigiano.

Un’innovazione possibile grazie a VEASYT Live!, un servizio di video-interpretariato professionale da remoto, via computer e tablet, in LIS e in 15 lingue vocali per interloquire con i cittadini sordi e con cittadini di lingua straniera. L’interprete è in linea in meno di tre minuti dalla richiesta.

«Fin da subito – spiega Marco Dori, sindaco di Mira – ho creduto nel progetto, sviluppato da giovani del nostro territorio e da Ca’ Foscari. Siamo di fronte alla buona tecnologia al servizio della comunità e contro le barriere linguistiche. Voglio sperimentare la traduzione con la lingua dei segni anche in consiglio comunale, magari con la diretta streaming».

Il servizio è stato realizzato da una startup innovativa nata all’Università Ca’ Foscari Venezia, lo spin-off VEASYT, ed è stato reso possibile da una nuova legge regionale (approvata dal Consiglio Regionale del Veneto il 15 febbraio 2018) che riconosce la lingua dei segni italiana (Lis) e promuove, con il coinvolgimento degli enti locali e degli operatori pubblici e privati, l’inclusione sociale delle persone e l’abbattimento delle barriere alla comunicazione.

«Auspichiamo – conclude Enrico Capiozzo, amministratore delegato di VEASYT – che sia solo un primo passo e che la recente legge regionale possa concretizzarsi presto in una serie di altre azioni concrete che permettano inclusione, integrazione e accessibilità a tutti i cittadini sordi in tutti gli ambiti su tutto il territorio».

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: lingua dei segni (1), lis (7), Ca’ Foscari (1), VEASYT Live (1), Mira (5)
Fonte: Redattore sociale
In municipio si comunica anche in lingua dei segni
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.