#distantimavicini. Campagna promossa con Aisla e Famiglie Sma a favore dei Centri clinici NeMO

Per sostenere il potenziamento dei servizi per la presa in carico a distanza, che permetterebbero di monitorare lo stato di salute dei pazienti, di supportare i famigliari nella gestione quotidiana dei bisogni e dare consigli specifici.

#distantimavicini. Campagna promossa con Aisla e Famiglie Sma a favore dei Centri clinici NeMO

In Italia sono circa 40 mila le persone con Sla, Sma e distrofie muscolari che ripongono la speranza di cura in strutture come i Centri clinici NeMO, reparti ospedalieri multidisciplinari, specializzati per la presa in carico delle persone con malattie del motoneurone e neuromuscolari, con stanze predisposte anche per la presa in carico dell’alta intensità, la nostra terapia intensiva, ed una équipe preparata a gestire la complessità dei nostri bisogni.

Per proteggere i pazienti dalla diffusione del corona virus il team NeMO si trova costretto a limitare i contatti con i pazienti e le loro famiglie che, a loro volta, hanno deciso di unirsi e sostenere il potenziamento dei servizi per la presa in carico a distanza, che permetterebbero di monitorare lo stato di salute dei pazienti, di supportare i famigliari nella gestione quotidiana dei bisogni e dare consigli specifici.

Nasce per questo la raccolta fondi #distantimavicini.

La campagna #distantimavicini si inserisce in un periodo importante della storia del Centro Clinico NeMO: nel 2020 infatti, per rispondere al bisogno di cura sempre più crescente delle persone con malattie neuromuscolari, è prevista l’apertura di 4 nuovi centri a Brescia, Napoli, Ancona e Trento. Info distantimavicini.aisla.it

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: Sla (6), coronavirus (79), Sma (25)
Fonte: Comunicato stampa