Una scuola, mille storie

Un sorriso ai più poveri, Project smile: è il progetto di alternanza scuola lavoro che i ragazzi di terza e quarta dell’istituto Ruzza, indirizzo odontotecnico, hanno sperimentato grazie ad un protocollo d’intesa. Gli aspiranti odontotecnici hanno impegnato le ore di alternanza scuola-lavoro del corso triennale, sotto la guida di tecnici qualificati e la supervisione delle categoria degli odontotecnici della CNA, nella realizzazione di protesi dentarie per i più bisognosi in cura presso l’ambulatorio Caritas di Padova e il Centro Sanitario So.San. di Tombolo (PD). Un'esperienza doppiamente arricchente: da un punto di vista professionale e da un punto di vista personale. 

Favorire il movimento e la socializzazione, incentivare la permanenza all'aria aperta, impostare le giornate in maniera regolare, regolamentare l'utilizzo di smartphone, tablet, computer, videogiochi e televisione: ecco alcuni dei consigli che la Società italiana di pediatria preventiva e sociale rivolge alle famiglie, in vista del periodo estivo. 

Dal 5 all'8 giugno la Fidae è a New York per il congresso internazionale dell’Oiec (International Office for Catholic Education) con una  delegazione di tre persone: Francis Contessotto, Segretario FIDAE e membro del Consiglio nazionale della scuola cattolica della Cei, Emanuele Montemarano, avvocato e membro dell’organismo di accreditamento Accredia, Maria Elena Castellon, esperta di lingue e relazioni internazionali. Motto del congresso sarà la frase “Educatio Si” che può essere tradotto con "Sii educato", richiamando così l'attenzione sulle linee guida dell'educazione cattolica.

250 studenti premiati per il concorso "Costruire Salute" promosso da LILT, Lega Italiana per la lotta contro i tumori. I ragazzi, ben 5000 quelli coinvolti nel progetto, dovevano realizzare un video e post per i coetanei mettendo in discussione le motivazioni soggettive e socio-culturali che stanno alla base dei cosiddetti “comportamenti a rischio”.

Scesa la partecipazione a scuola dell’infanzia in quasi tutte le province. Italia spaccata in due per il passaggio all’Università. Lo comunica l’Istat diffondendo i dati sulle “Misure del Benessere equo e sostenibile dei territori” aggiornati al 2018 e riferiti a province e città metropolitane. Fra i dati messi inrielievo anche i punteggi sulle competenze alfabetiche, competenze numeriche. Non solo istruzione, nell'analisi Istat anche la situazione degli edifici scolastici: meno di un edificio su tre completamente privo di barriere. Dal Sud emigrano 23 giovani laureati ogni mille residenti. 

Oltre 2800 ragazzi parteciperanno il 28 maggio, all'evento nazionale che prevede una lettura collettiva de L'Infinito, in occasione del bicentenario della sua stusura.«Leggiamo insieme quei versi per fare rivivere ancora oggi la potenza di una delle poesie più amate della nostra letteratura» afferma il Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti. E' “#200infinito”, l’iniziativa nata dalla volontà di Casa Leopardi di avvicinare i giovani a quel meraviglioso strumento di dialogo con se stessi e con i sentimenti universali che è la poesia. Tante le iniziative in tutta Italia, ma anche all'estero, in icona e Finlandia.

Educatore del ‘500, San Filippo Neri ci insegna che è possibile educare i ragazzi con l’amore, che deve contraddistinguere ogni educatore, ma anche con la gioia. Un buon educatore deve parlare al cuore, cogliere l’originalità e l’unicità di ogni ragazzo, deve essere capace di scherzare, di divertirsi e di divertire. Coltiva per tutta la vita uno spirito contemplativo insieme ad una intensa attività di apostolato nei confronti di chi incontrava per le piazze o le vie di Roma. 

Ausiliatrice, oppure aiuto dei cristiani, in latino Auxilium christianorum, è uno dei titoli con i quali viene invocata Maria. Maria Ausiliatrice è la Madonna di Don Bosco. Un connubio indissolubile. Non c’è Don bosco senza Maria Ausiliatrice. Una figura che ha avuto un ruolo importante nella vita di Don Bosco, dalla nascita, quando la mamma lo consacra alla Beata Vergine fino ai sogni premonitori. Il 24 maggio è festa anche negli istituti salesiani padovani, al Liceo Maria Ausiliatrice in Riviera San Bendetto e all’Istituto Don Bosco, in via San Camillo De Lellis. 

Premiati i ragazzi delle scuole in Veneto che hanno partecipato al concorso "Raccontiamo la salute con 6 A" e che sono diventati cartoonist per promuovere la salute. I 7 lavori selezionati andranno in onda su Rai Ragazzi. Filo conduttore le 6: Ambiente, Attività motoria, Alimentazione, Agricoltura, Arte e Amicizi@. Hanno partecipato 35 scuole di tutto il Veneto, con oltre mille alunni dai 6 ai 10 anni che hanno disegnato 106 coloratissimi Storyboard sul tema specifico.

Uno strumento indispensabile per fornire alle famiglie degli alunni ricoverati, in ospedale o a domicilio, tutte le informazioni sul servizio scolastico e per consentire ai docenti di realizzare le migliori strategie inclusive: questo il nuovo portale nazionale per la scuola in ospedale e l'istruzione domiciliare. La Scuola in Ospedale è fondamentale per supportare i bambini e le famiglie che sono costrette a ricevere lunghi. Anche a Padova esistequesta realtà, da ben 45 anni. Nel 1974 nasce la scuola elementare, poi nel 1977 la materna, la prima in Italia, e poi negli anni successi, il servizio scolastico si estende anche agli altri ordini. 

Il messaggio del Papa alla Giornata mondiale delle comunicazioni sociali tocca anche il mondo della formazione: chi fa parte del mondo scolastico capisce che è importante fondare le basi per entrare a far parte della comunità degli uomini, una società che deve essere comprensiva, comunitaria e misericordiosa. E proprio su questi tre valori si basa lo stile educativo della Fidae, come ben dimostra anche il progetto Io Posso! sui temi della sostenibilità ambientale.

Un pioniere nel campo dell'educazione, convinto che l'istruzione è un diritto per tutti, anche dei poveri: così Papa Francesco ha definito San Giovanni Battista de La Salle, ricevendo in Sala Clementina i Fratelli delle Scuole Cristiane in occasione del terzo centenario della morte del loro fondatore. «Siate protagonisti di una "cultura della risurrezione", specialmente in quei contesti esistenziali dove prevale la cultura della morte – ha detto Francesco – Non stancatevi di andare in cerca di quanti si trovano nei moderni "sepolcri" dello smarrimento, del degrado, del disagio e della povertà, per offrire speranza di vita nuova».

I ragazzi di prima della scuola secondaria di primo grado del Collegio Dimesse a Padova sono pronti per la gita di tre giorni ad Enego, nella casa Sacro Cuore delle Dimesse. Un’esperienza residenziale che si inserisce in un progetto formativo importante: uno stare insieme che arricchisce il rapporto di amicizia, un vivere la scuola in modo diverso per favorire la condivisione, la collaborazione e sensibilizzare al rispetto reciproco e dell’ambiente. Una proposta anche per educare allo stupore di fronte alle bellezze del creato.

Rimettersi in gioco oppure completare un percorso di studio interrotto per ottenere un diploma e riqualificarsi, per arricchire le proprie conoscenze e accrescere il proprio livello culturale e per acquisire competenze generali o specifiche utili ad un miglior inserimento nel mondo del lavoro e/o ad un arricchimento personale. Questi gli scopi dei corsi serali. A Padova l’offerta è diversificata, si va dall’amministrazione ai servizi socio-sanitari, marketing, moda, agraria, design dell’oreficeria. 

Nello zaino di scuola anche l'anno prossimo ci sarà un diario speciale dove i bambini delle scuole primarie potranno scrivere non solo i compiti per casa, ma avvicinarsi anche ai temi della legalità. La Polizia di Stato infatti anche per il 2019/2020 ha predisposto "Il mio diario", giunto alla sesta edizione. Vis e Musa con Geronimo Stilton accompagnano i bambini nell'anno scolastico affrontando i temi della salute, sport, ambiente, integrazione sociale, educazione stradale, internet e social, ma anche bullismo e cyberbullismo. Un progetto in collaborazione con il MIUR.