L'elogio alla cultura del Presidente Mattarella

Mantenere viva la dimensione della cultura, la dinamica vivace del sapere, la “sete” che alimenta la ricerca della conoscenza significa costruire la società e la civiltà comune. La cultura è lo strumento per rendere più forte la convivenza, per renderla più consapevole, più partecipe, e migliorare la vita delle istituzioni mantenendo quel rapporto strettamente connesso che è indispensabile tra di esse e il resto della società. così il Presidente Sergio Mattarella al mondo accademico in occasione dell'apertura dell'anno all'ateneo di Firenze.

L'elogio alla cultura del Presidente Mattarella
«Quando le istituzioni vedono indebolito il loro rapporto con la società, si indeboliscono e si inaridisce la loro vitalità. E la cultura è l’antidoto contro questo pericolo». Parole del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Le ha pronunciate nei giorni scorsi, all’apertura dell’anno accademico dell’ateneo di Firenze e suonano come un monito per il mondo dell’educazione, per la scuola e l’università.Il presidente, nel giro di pochi giorni, a cavallo tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre, è...

Gentile lettore, grazie per aver scelto questo articolo



Ti interessa continuare la lettura?

Abbonati per un anno alla Difesa del popolo per soli 30 euro

oppure

Prova gratis per un mese il nostro abbonamento digitale


Abbonati subito

Così potrai:



  • leggere il settimanale su pc, smartphone e tablet fin dal mercoledì

  • avere libero accesso in ogni momento a tutti i contenuti del sito
  • aderire agli eventi della nostra associazione "La Difesa s'incontra"


La Difesa del popolo, ogni giorno insieme a te.