Per la scuola niente tagli, ma fondi in più?

Dal nuovo reclutamento dei docenti nella scuola con concorsi più snelli alle assunzioni dei ricercatori universitari, la revisione dell'alternanza scuola - lavoro con una riduzione delle ore, più risorse per il tempo pieno: ecco i contenuti della Legge di bilancio per i settori di competenza del Ministero dell'Istruzione,  Università e Ricerca. Secondo il Ministro Marco Bussetti la manovra «Contiene misure concrete e getta le basi per il lavoro dei prossimi mesi. Siamo intervenuti risolvendo questioni importanti». Scettico invece il fronte dei sindacati della Scuola per i quali non ci sono investimenti ma solo piccoli aggiustamenti con misure a costo zero.  

Per la scuola niente tagli, ma fondi in più?
Un nuovo modello di reclutamento degli insegnanti, pensato per consentire un più rapido accesso alla cattedra ed evitare la lunga trafila del precariato nella Scuola. La revisione dell’Alternanza Scuola-Lavoro, con una riduzione proporzionata delle ore in base agli indirizzi di studio e più garanzie sulla qualità dei percorsi offerti agli studenti. Risorse per incrementare il tempo pieno, soprattutto al Sud, e per l’inclusione scolastica. E poi, nuove assunzioni di ricercatori nelle Università e la creazione di una Scuola...

Gentile lettore, grazie per aver scelto questo articolo



Ti interessa continuare la lettura?

Abbonati per un anno alla Difesa del popolo per soli 30 euro

oppure

Prova gratis per un mese il nostro abbonamento digitale


Abbonati subito

Così potrai:



  • leggere il settimanale su pc, smartphone e tablet fin dal mercoledì

  • avere libero accesso in ogni momento a tutti i contenuti del sito
  • aderire agli eventi della nostra associazione "La Difesa s'incontra"


La Difesa del popolo, ogni giorno insieme a te.