Durante la sagra a Ponso, gara di pittura su strada

Dal 31 luglio al 4 agosto la parrocchia di Ponso è in festa che viene preceduta mercoledì 29, alle 20.30, dalla messa e dalla processione in onore di santa Marta, la patrona.

Durante la sagra a Ponso, gara di pittura su strada

Da venerdì 31 luglio a martedì 4 agosto la comunità di Ponso si impegna a pieno ritmo nella sagra parrocchiale, che offre originali proposte di incontro e svago. Cinque giorni di festeggiamenti preceduti dalla messa di mercoledì 29 luglio alle ore 20.30 in onore di santa Marta. Al termine della celebrazione la statua della santa verrà portata in processione per le vie del paese, dove il culto fu introdotto dalla famiglia Fracanzani di Este a inizio Novecento per ringraziare del raccolto salvato dai temporali estivi, e da quel momento in poi la devozione a Marta è diventata la cifra caratteristica della comunità.

Durante tutta la sagra la chiesa resterà aperta per dare la possibilità di pregare ai fedeli che lo desiderano. Il programma della manifestazione è denso di appuntamenti adatti a tutte le età perché l’obiettivo è quello di valorizzare il senso di appartenenza alla comunità, facendo riscoprire ai parrocchiani la bellezza dello stare insieme e dell’intessere relazioni. «La sagra – spiega don Ernesto Parpagiola – è un incontro che valorizza la vita paesana, un aspetto che, sempre più, nella società individualista e frenetica di oggi rischia di essere accantonato». La prima occasione, dunque, per mettersi in gioco è la gara di pittura su strada a soggetto libero di sabato 1° agosto, a partire dalle ore 16 con iscrizioni presso il centro parrocchiale e la biblioteca, e un simpatico premio in palio per il disegno più bello. L’iniziativa punta non soltanto a scatenare la fantasia creativa dei partecipanti, ma anche a tener vivo nella memoria il ricordo di Gaia Cogo, una ragazza di diciotto anni morta tragicamente nel 2013 in un incidente stradale.

La serata è dedicata, invece, agli appassionati dello sport che potranno scegliere tra il torneo di calcio balilla o la gara di tiro a segno, mentre i più pigri potranno ammirare l’esibizione del gruppo di ballo Cuore latino & i suoi los ninos. Domenica 2, adulti e bambini saranno catapultati nel cuore del Medioevo grazie alla rievocazione di giochi e lavoretti d’altri tempi e alla gara di tiro con l’arco organizzata dagli arcieri di Santa Maria de’ Prà in collaborazione con l’associazione Antiche mura. Ripercorre invece la storia più recente del paese l’appuntamento di lunedì 3 a cui sono invitati tutti i religiosi legati alla comunità per la messa delle ore 19 e la cena comunitaria sotto lo stand. Lo spettacolo pirotecnico di martedì 4 concluderà i festeggiamenti di una sagra che si contraddistingue per la capacità di coinvolgere e armonizzare insieme numerosi enti: dalla parrocchia che ne è la promotrice, al comune, passando attraverso la pro loco e la biblioteca, senza dimenticare le varie associazioni sportive e culturali.

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)