Rubano. Questa è la sagra degli anniversari

Rubano. Dal 17 al 22 si ricorda la dedicazione della chiesa all’Assunta, avvenuta nel 1982, ma anche tanti altri momenti importanti per la comunità. Nello stile dell’accoglienza

Rubano. Questa è la sagra degli anniversari

L’accoglienza prima di tutto: di una comunità che dopo due anni torna a ritrovarsi; ma anche delle nuove famiglie che si sono insediate in paese, nella nuova lottizzazione, e che non è stato possibile incontrare a causa della lontananza forzata di questi anni e che sono invitate a presentarsi, magari bevendo insieme un buon “bicchiere di benvenuto”. La sagra di Rubano, che si svolge dal 17 al 22 giugno, è stata organizzata in collaborazione con il circolo Noi. Oltre allo stand gastronomico, ci sono altre iniziative, ma il fulcro della festa è l’anniversario della dedicazione della chiesa a santa Maria Assunta, avvenuta nel 1982. Vengono ricordate altre ricorrenze che hanno contrassegnato la storia della parrocchia: vent’anni fa, nel 2002, l’arrivo di don Danilo Miotto; trent’anni fa, nel 1992, l’inaugurazione del centro parrocchiale; settant’anni fa, nel 1952, quella della scuola materna; infine, nel 1920, il posizionamento del capitello dedicato a Maria Salute degli infermi, per ringraziarla di avere posto fine alla pandemia della spagnola, oltre che alla prima guerra mondiale. «Celebrare questi anniversari è un modo per ricordare il vissuto secolare della parrocchia, che nei suoi 725 anni di vita ha visto tante generazioni di fedeli – sottolinea il parroco – In questo senso, la sagra è un’opportunità di riscoprirsi come il presente di un vissuto secolare». «La costruzione del capitello è avvenuta 102 anni fa, ma se consideriamo che i due anni appena trascorsi non sono stati vissuti pienamente, possiamo celebrare questo anniversario come un centenario. È singolare come, a distanza di un secolo, si ripresenti la stessa situazione, con la pandemia non ancora finita, e una guerra in corso» commenta Franco Pavan, volontario della sagra e collaboratore
delle iniziative parrocchiali. A dare vita alla festa c’è la Bottega dell’amicizia, nata dodici anni fa su iniziativa di un gruppo di giovani animatori del grest, che desideravano creare uno spazio di relax all’interno della sagra, in compagnia di una buona birra; il mercatino del libro e dell’usato; lo spazio gioco per i più piccoli. Il ricavato della festa sarà
utilizzato per far fronte alle numerose iniziative parrocchiali. Questo è possibile grazie alla generosità di oltre 150 volontari di tutte le età, che da mesi si preparano per organizzare una sagra che attrae anche fedeli dalle comunità limitrofe. «Mi commuove vedere tanti laici che lavorano insieme per la parrocchia e che imparano ogni giorno ad
accettarsi, con i limiti di ognuno, per fare comunità» evidenzia don Miotto. Rubano si continua a fare festa anche in luglio – 7-8 e 14-15 – con le “Serate d’estate in patronato”: giochi, tornei sportivi e gastronomia.

Bosco di Rubano

Tre pellegrinaggi – per “stare in forma nelle gambe e nell’anima” – accompagnano la parrocchia di Bosco di Rubano nell’estate 2022. Il primo si è tenuto sabato 11 giugno: partenza dal capitello di sant’Antonio accanto alla chiesa di Villaguattera con destinaziona la basilica del Santo, a Padova, per celebrare la messa delle 9. Sabato 25 torna il tradizionale “Cammino di san Teobaldo” da Bosco di Rubano – con partenza nella notte – e arrivo a Sossano per la messa delle 11.30. Ci sarà anche un gruppo che raggiungerà la meta in bicicletta. La festa di san Teobaldo si celebrerà nelle messe di sabato 2 luglio alle 19 e domenica 3 alle 9 e alle 11. Sabato 2, in particolare, saranno accolte a Bosco di Rubano le comunità sorelle “nel nome di san Teobaldo” di Sossano e Badia: si celebrerà insieme la messa e poi si condividerà la cena. Il terzo e ultimo pellegrinaggio sarà il 16 e 17 luglio: partendo dal passo Croce d’Aune i partecipanti vivranno, nella bellezza del Creato, alcuni momenti di fede. La meta sarà il rifugio Dal Piaz. La parrocchia di Bosco di Rubano, inoltre, ha in programma la sagra: appuntamento dal 30 giugno al 6 luglio.

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)