Storie

Il fotografo professionista Tranquillo Cortiana firma, insieme a Chiara Rampazzo che ha curato i testi, l'elegante volume fotografico La Piave. Madre edito da Cierre grafica. Il giornalista Toni Grossi lo presenterà con gli autori, per la prima volta a Padova, venerdì 17 gennaio alle 18 alla libreria Pangea di via San Martino e Solferino 106. 

Di ritorno dall’isola del mar Egeo, dove sono fermi alla frontiera europea oltre 21 mila migranti, Ernesto Milanesi racconta la drammatica emergenza umanitaria a cui ha assistito in prima persona dal 20 al 22 dicembre scorsi.

Solidarietà. Da oltre vent'anni a Carrè opera un gruppo di volontari che trasporta nel mondo cliniche mobili completamente autonome e operative in un'ora. Ambulatori, sale parto e chirurgiche hanno operato in Africa, a Lesbo e ora anche nell'Albania post sisma. È tempo di mettere da parte progetti faraonici, servono azioni che producano effetti immediati. Per questo forniamo supporto logistico ad altri, come i medici di Rainbow for Africa

Alcuni degli over 65 che hanno partecipato al progetto "Ambasciatori digitali", promosso da Informatici senza Frontiere, parlano della loro esperienza. Il corso di digital storytelling ha dato loro gli strumenti per raccontare le loro storie e per aiutare gli altri a farlo.

Il giorno di Natale la chiesa dell’Immacolata, in via Belzoni a Padova, apre le porte a tanti poveri e persone di età, storie, provenienze diverse che si uniscono alla Comunità di Sant’Egidio per vivere un Natale diverso. È il sesto anno che la parrocchia del Portello diventa mensa al termine della messa alle 10.30 alla quale partecipano anche i poveri. Circa 200 i volontari l’anno scorso e più di 300 gli invitati.

Vinicio Bulla, imprenditore vicentino, dona ai propri dipendenti duemila euro alla nascita del secondo figlio e tremila al terzo. E poi rette pagate al nido e alla scuola dell'infanzia. Caltrano. Rivit è leader nella produzione di tubi in acciaio per piattaforme petrolifere e aziende chimiche dal 1975. Tra i suoi clienti Snam, British Petroleum, Agip e ora anche l'araba Aramco. Questo tema dovrebbe essere in cima all'agenda di ogni governo. Ma anche il privato cittadino può fare molto. Si tratta di condividere il patrimonio personale con chi ha contribuito a crearlo

Lucio Spagnolo Da 39 anni, anche mentre era sindaco di Rotzo, fa il maestro elementare. Ha cominciato a Foza e ora lavora a Gallio, dove è anche vice preside. Con il cuore torna ai tanti ragazzi conosciuti... Sono davvero tanti i ragazzi che ha incontrato sui banchi di scuola. Ne ricorda nomi, volti, storie... gioie, fatiche, traguardi, imprese vissute insieme. Qualcuno è diventato un collega. Qualcuno è genitore dei suoi attuali alunni

Il presepe in casa Fabris è “questione di famiglia”. Alessandro e Giovanna hanno ereditato statuine e capanna, ora Lorenzo e Lisa portano avanti la tradizione e, come mamma e papà, rispondono sulla fede con semplicità, ma profonda consapevolezza.

Se fosse ancora tra di noi, a Natale avrebbe sicuramente trovato il momento per riunire la famiglia attorno all'armonium e cantare insieme qualche mottetto tradizionale, di quelli che tanto gli piacevano.

Perché per Giuseppe Stefani – l'organista a cui le comunità di San Pietro di Stra e della Riviera del Brenta hanno tributato con partecipazione l'estremo saluto ormai più di tre mesi fa – la musica era il sapore della vita.

Fisioterapista, sposato e padre di tre figli, Daniele Ceron ha sempre avuto l’Africa nel cuore. Tre viaggi con Fisioterapisti senza frontiere e poi la richiesta di un amico comboniano: qui c’è bisogno di aiuto. E in attesa del prossimo viaggio, questa volta con la famiglia, sta costruendo un progetto, per fare in modo che almeno due-tre volte l’anno dei fisioterapisti possano andare in Kenya a fare formazione.