Cambiare vita, per i figli. "Liberi di scegliere" per liberare le donne dalle famiglie mafiose

Liberi di scegliere è il protocollo che vede unita magistratura e Libera per aiutare le donne che scelgono di uscire dal circuito familiare mafioso, offrendo loro luoghi sicuri lontano dalla Calabria per ricominciare. Gli Stati generali dell’antimafia giungono alla loro quinta edizione e dall'1 al 3 febbraio si danno appuntamento a Trieste per ControMafieCorruzione Nord Est. L’iniziativa si inserisce nel percorso verso la Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie, che vedrà Padova il 21 marzo come piazza principale, per ricordare che anche il Triveneto deve fare i conti con la penetrazione mafiosa nella società e nell'economia.

Cambiare vita, per i figli. "Liberi di scegliere" per liberare le donne dalle famiglie mafiose
Pensando alla Calabria vengono in mente il mare cristallino, il buon cibo e il calore dei suoi abitanti. Ma chi, anche solo una volta nella vita, ha attraversato questa terra non può non aver notato la dilagante incompiutezza degli edifici: case mai finite, in attesa di essere ultimate da chissà chi; opere pubbliche, dighe e fabbriche in stato di abbandono; baracche tra i campi pietrosi.Un’incompiutezza che in realtà ha lo scopo di affermare il possesso del territorio da parte dell’uomo.Un principio antico della cultura...

Gentile lettore, grazie per aver scelto questo articolo



Ti interessa continuare la lettura?

Abbonati per un anno alla Difesa del popolo per soli 30 euro

oppure

Prova gratis per un mese il nostro abbonamento digitale


Abbonati subito

Così potrai:



  • leggere il settimanale su pc, smartphone e tablet fin dal mercoledì

  • avere libero accesso in ogni momento a tutti i contenuti del sito
  • aderire agli eventi della nostra associazione "La Difesa s'incontra"


La Difesa del popolo, ogni giorno insieme a te.