Eguabor Bright. Qui si pianta ogni giorno il seme della buona integrazione

Bright Eguabor viene dalla Nigeria, ha 32 anni ed è in Italia dal 2011. Ha fatto un lungo viaggio, a piedi, con mezzi di fortuna, su un barcone. In Italia si è subito dato da fare per imparare la lingua e trovare un lavoro. Si è cimentato nell'agricoltura e ora sta svolgendo un tirocinio alla cooperativa sociale Coislha a Padova.

Eguabor Bright. Qui si pianta ogni giorno il seme della buona integrazione
Parla con calma, per lo più in inglese, non gesticola tanto. Racconta la sua vita, cosa fa adesso, il suo tirocinio in cooperativa. Dice che gli piace molto lavorare, stare in mezzo ai campi, imparare a trapiantare le piante, lavorare la terra. Qui si trova bene, si sente ben voluto. Ama cantare e c’è una canzone che – dice – rappresenta bene la sua vita e quando la canta gli dà energia e lo rende più forte. È Don’t give up di Peter Gabriel, che nel ritornello dice proprio “Non arrenderti”, un incitamento che...

Gentile lettore, grazie per aver scelto questo articolo



Ti interessa continuare la lettura?

Abbonati per un anno alla Difesa del popolo per soli 30 euro

oppure

Prova gratis per un mese il nostro abbonamento digitale


Abbonati subito

Così potrai:



  • leggere il settimanale su pc, smartphone e tablet fin dal mercoledì

  • avere libero accesso in ogni momento a tutti i contenuti del sito
  • aderire agli eventi della nostra associazione "La Difesa s'incontra"


La Difesa del popolo, ogni giorno insieme a te.