Dicembre 2018

Quali saranno i "colori" del futuro dell'Europa? I cittadini dei 27 paesi membri dell'Unione europea saranno chiamati a maggio 2019 a scegliere il prossimo Parlamento europeo. Saranno le elezioni più delicate dal 1979, quelle dopo Brexit e dopo la forte crescita dei partiti sovranisti ed euroscettici in gran parte del continente. 

Una sinistra, non solo italiana ma mondiale, incapace di intercettare la crescente domanda di cambiamento e i bisogno dei cittadini. È lo scenario che vede Flavio Zanonato, eurodeputato dell’Alleanza progressista dei socialisti e dei democratici, che spiega un calo dei consensi che potrebbe acuirsi alle prossime europee.

Cose utili da sapere in vista delle elezioni di maggio: quando si vota, quanti europarlamentari spettano all'Italia, qual è la soglia di sbarramento per i partiti italiani, qual è la legge elettorale e quante sono le circoscrizioni elettorali in cui viene suddiviso il nostro territorio.

Parla di rivoluzione e al tempo stesso di riscoperta dell’Europa sognata da De Gasperi e Adenauer, Mara Bizzotto, capogruppo della Lega al Parlamento Europeo e vicepresidente del gruppo Enf. Nelle prossime elezioni vede la possibilità per i cittadini di cambiare quella che è diventata una sorta di "Unione Sovietica Europea" che ragiona pensando solo allo spread e agli interessi delle lobby. 

Evitare le falle nel sistema di informazioni personali sui social network come successo durante le presidenziali americane e il referendum su Brexit: Google e Facebook vogliono recuperare credibilità in vista delle elezioni europee e garantiranno un flusso di informazioni controllate e maggior sicurezza.

Scarica gratuitamente il numero di dicembre di Toniolo ricerca, dedicato alle elezioni europee del prossimo maggio.