Se il “nemico” diventa il quorum

Progressivamente e parallelamente cresce la disaffezione politica sia dell’elettorato attivo ma anche dell’elettorato passivo. Sempre in meno vanno a votare e, dati di quest'anno, diminuiscono anche i candidati. E che succede quando le votazioni sono nulle, cioè non si raggiunge l’agognato quorum? Arriva il commissario prefettizio con conseguente freno a mano tirato per la macchina amministrativa: in Veneto è successo in tre Comuni. E non si vedeva da tempo

Se il “nemico” diventa il quorum
Non ha un volto né tantomeno un colore politico. È lì, sornione, ma al tempo stesso pronto a farsi più o meno minaccioso a seconda dei dati dell’affluenza alle urne che vengono sciorinati durante il giorno del voto. Di fatto, è il più temuto duellante per il candidato che ambisce a indossare la fascia tricolore di sindaco. Anzi, a essere più precisi, per quell’unico candidato che sempre più spesso corre da solo per la poltrona di amministratore nei Comuni sotto i 15 mila abitanti.Lo spauracchio è il “quorum”, la...