La sagra di Saccolongo è una finestra sul mondo

Dal 12 al 20 agosto la comunità è in festa per l’Assunta. Sarà anche l’occasione per incontrare suor Francesca Martignon: la religiosa, originaria proprio di Saccolongo, festeggia i 50 anni di professione e la sua comunità sostiene Thalita Kum, il centro per orfani sieropositivi presso cui è impegnata. Sempre in tema di solidarietà, al 6 al 12 agosto, 56 giovani della parrocchia saranno nelle aree terremotate del Centro Italia per un campo di lavoro insieme al parroco.

La sagra di Saccolongo è una finestra sul mondo

La sagra dell’Assunta della parrocchia di Saccolongo si inserisce tra i numerosi appuntamenti estivi del nostro territorio.
Quest’anno saranno nove, dal 12 al 20 agosto, le giornate ricche di iniziative che la comunità di Santa Maria Assunta proporrà. Come tutti gli anni, la “macchina” organizzativa si è mossa per tempo, coordinata dal consiglio pastorale: innanzitutto pianificando la programmazione delle diverse giornate, poi coinvolgendo i gruppi parrocchiali e volontari (quest’anno più di 150) che hanno dato la loro disponibilità per un servizio il più possibile efficiente.

«La sagra – sottolinea nel presentarla il consiglio pastorale – ha come finalità quella di creare momenti aggregativi, in cui si possano incontrare in un contesto familiare sia le persone che costantemente frequentano la “vita” parrocchiale, sia chi ne rimane un po’ distante: questa festa vuole essere un momento gioioso e di accoglienza per tutti».

La sagra rappresenta per la parrocchia anche un modo per finanziarsi e per essere solidale: attraverso le molteplici attività di questi anni, si sono infatti potute realizzare diverse strutture che vengono usate sia durante l’anno dai diversi gruppi parrocchiali, sia nei giorni della festa stessa (come la zona adiacente la cucina, sistemata quasi del tutto in questi mesi e disponibile per l’appuntamento di quest’anno). Questo aspetto manifesta “il tanto” fatto con l’apporto, anche minimo, di tanti.

Tra gli appuntamenti di quest’anno va ricordato anzitutto che il giorno 15 agosto, festa dell’Assunzione, alla messa solenne delle 9.30 celebrata in parrocchia, sarà presente suor Francesca Elisa Martignon, missionaria in Kenya, originaria di Saccolongo.

«Quest’anno suor Francesca festeggia i cinquant’anni di professione religiosa – ricorda don Paolo Marzellan, parroco di Saccolongo – Avremo quindi l’occasione di sentire la testimonianza della sua esperienza in quel lontano paese. La nostra comunità, già da diversi anni, conosce e sostiene il progetto “Talitha Kum” a favore dei bambini orfani e sieropositivi di Nyahururu, presso cui la religiosa è impegnata. Questo incontro sarà inoltre un’occasione per guardare al di fuori del nostro “piccolo mondo”, a volte un po’ limitato».

Il campo estivo? Accanto ai terremotati

Per sensibilizzare anche i più giovani ad avere questo sguardo allargato, don Paolo, nei giorni precedenti la sagra, dal 6 al 12 agosto ad Ascoli Piceno, sarà impegnato con il campo estivo dei giovanissimi, dalla prima alla quinta superiore: un’esperienza di servizio nelle zone terremotate. Questa iniziativa coinvolgerà 56 giovani, chiamati a svolgere delle attività ludiche e di intrattenimento, soprattutto con bambini e anziani.

Tutti i diritti riservati
Parole chiave: saccolongo (4), suor-francesca-martignon (1), sagra (149)
La sagra di Saccolongo è una finestra sul mondo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.