L’arcivescovo di Perugia-Città della Pieve succede al cardinale Angelo Bagnasco alla guida della Cei. La nomina giunta in mattinata da Papa Francesco. Il neo presidente ha affermato: “Il mio primo pensiero riconoscente va al Santo Padre per il coraggio che ha mostrato nell’affidarmi questa responsabilità al crepuscolo della mia vita”.

Nel vicariato di Monselice la micro-integrazione sta portando buoni frutti. Nell'ostello dei poveri di San Giacomo sono gli undici migranti a prendersi cura dei pellegrini, mentre nelle scuole superiori Cattaneo e Kennedy, due insegnanti africani sono saliti in cattedra a fianco dei loro colleghi italiani. Superate le diffidenze iniziali, la presenza dei migranti si è rivelata una grazia per le parrocchie del Duomo e di San Giacomo.

Servizi dalla diocesi

La fede e l'amore per la vita saranno al centro dell'incontro organizzato dall'associazione "Life" di Ospedaletto Euganeo venerdì 26 maggio, nella chiesa parrocchiale alle ore 21. A parlarne sarà Gianna Jessen, la donna statunitense sopravvissuta all'aborto salino, che da fardello indesiderato è diventata la "bambina di Dio".

Si conclude il percorso sul pensiero di Simone Weil che un gruppo di quindici persone hanno aperto ad altri al centro universitario Zabarella. La tavola rotonda conclusiva mette insieme Martino Dalla Valle, don Roberto Ravazzolo e Francesca Simeoni.

«I nostri giovani hanno un mondo dentro. Solo che spesso è difficile raggiungerlo». Così gli operatori dei centri La Tenda di Montegrotto, Il Nodo di Albignasego e Centro Antares di Padova hanno deciso di accettare la sfida e far nascere un gruppo sinodale dei centri.

L'Ultimo cammino di sant'Antonio quest'anno si dipana per il tradizionale itinerario nella notte tra il 27 e il 28 maggio. Attesi come sempre centinaia di persone, soprattutto giovani, che partiranno dal santuario del Noce di Camposampiero per arrivare, dopo 25 chilometri, alla Basilica del Santo.

Il concorso biennale di Torreglia, giunto alla sua nona edizione, sta cercando di affermare una poesia che diventa «mezzo per penetrare l’escatologia della vita o almeno venire a patti con i grandi temi dell’esistenza». Sabato 27 maggio la premiazione nella chiesa di San Sabino.

Li si incontra sui gradini della chiesa del Torresino ogni giorno, in attesa di qualche spicciolo e dell'apertura dell’asilo notturno comunale che accoglie ogni sera 82 persone. Una presenza "scomoda", che in tanti fanno finta di non vedere.
Ma in gioco c'è la dignità dei poveri, oltre al disagio degli abitanti del quartiere e dei gruppi che frequentano la parrocchia, che oggi si interroga su come essere presenza attiva e stimolo alle istituzioni.

Statistiche esaustive non ne esistono, ma si stima che oltre una famiglia su 5 abbia difficoltà a pagare il riscaldamento, mentre il 10 per cento dei giovani è in piena povertà energetica. Guardando i dati raccolti in 21 Centri di ascolto vicariali, l’erogazione per i pagamenti delle bollette rappresenta il 64 per cento del totale. Ecco la nuova "povertà energetica" fotografata dal Report dell'Osservatorio Caritas delle povertà e delle risorse.

Una risorsa positiva per la comunità o un corpo estraneo, da utilizzare come manovalanza? Qual è il rapporto tra i gruppi scout e le comunità parrocchiali che li ospitano? Capi scout, assistenti, parroci ne hanno discusso col vescovo Claudio in un incontro partecipato e ricco di spunti significativi.

Il sinodo dei giovani si racconta con mezzi "giovani". A San Giorgio delle Pertiche il percorso voluto dal vescovo Claudio cammina grazie a lacci di scarpe, viene immortalato con sagome speciali e viene gustato sotto forma di birra artigianale. Don Nicolò Rocelli, vicario a Santa Maria Assunta di Campodarsego, ci racconta l'impegno dell'équipe vicariale e dei tanti giovani che hanno accettato questa scommessa.

Appuntamenti diocesani

Padova – chiesa di Ognissanti: 16a rassegna di cori universitari

Mercoledì, 24 Maggio 2017 dalle 20:45 alle 22:30

Monselice – Chiesa del Carmelo: “Come pregano i santi?”

Giovedì, 25 Maggio 2017 dalle 17:30 alle 19:00

Padova, Libreria S. Paolo Gregoriana: "Persone, pagine, storie"

Giovedì, 25 Maggio 2017 dalle 18:00 alle 19:30

Crosara: incontro volontari Caritas

Giovedì, 25 Maggio 2017 dalle 20:30 alle 22:30

Padova – Don Bosco

da Venerdì, 26 Maggio 2017 ore 19:00 a Giovedì, 25 Maggio 2017 ore 22:00

Camposampiero – Santuari

Venerdì, 26 Maggio 2017 dalle 20:45 alle 23:00

Villa Immacolata. “Nella prova con Maria”

Sabato, 27 Maggio 2017 dalle 09:00 alle 12:00

vedi tutti gli eventi

Cinquecentomila pellegrini hanno assistito alla messa per la canonizzazione di Francesco e Giacinta Marto, i primi due  bambini non martiri a essere proclamati Santi nella storia della Chiesa. Fatima è "un manto di luce", ha detto Francesco additando al mondo l'esempio dei due pastorelli e chiedendo una "mobilitazione generale" per la "rivoluzione della tenerezza".

Padre Nuno Rosario Fernandes, direttore del dipartimento di comunicazione del Patriarcato di Lisbona, racconta l'atmosfera che si respira alla vigilia del 19° viaggio apostolico internazionale di Papa Francesco. Atteso un milione di persone a Fatima per la canonizzazione dei due pastorelli. Nessuna polemica sul terzo segreto: tutto è già stato rivelato.

Due di loro, Francesco e Giacinta Marto, saranno proclamati santi da papa Bergoglio proprio in occasione del viaggio. È a loro, assieme alla cugina Lucia, che la Madonna è apparta la prima volta il 13 maggio del 1917 e poi ogni 13 del mese fino all'ottobre di quell'anno. Il papa decollerà da Ciampino per il Portogallo alle 14 di venerdì 12, nella stessa giornata avrà un colloquio con il presidente della repubblica portoghese. Alle 10 di sabato 13 la messa nella spianata del santuario con le canonizzazioni.

Religioni in dialogo

Dall'Alba al tramonto

Il Santo dei Miracoli

BluradioVeneto