In occasione dell'incontro formativo tra i migranti proposto dall'istituto San Luca a tutti i preti della diocesi di Padova, è intervenuto Oliviero Forti (ufficio immigrazione di Caritas italiana) che ha ribadito la necessità di cambiare modelli d'accoglienza: «Come si può pensare di proteggere chi fugge dalle morte e respingere chi fugge dalla fame?».

Un’estate all’insegna della missione: è quella proposta dalla Famiglia Comboniana, in Italia e all’estero. I ragazzi dai 15 ai 35 possono scegliere tra esperienze itineranti, riflessioni sulla Bibbia ed esercizi spirituali di strada. Per vivere una settimana umanamente ricca e indimenticabile.

Servizi dalla diocesi

Un centinaio di preti della diocesi ha partecipato all'incontro formativo di giovedì 18 maggio proposto dall'istituto San Luca. Un segno di vicinanza ai richiedenti asilo in attesa di futuro; agli operatori che ogni giorno svolgono un lavoro non facile; alle unità pastorali di Cona e Agna, da due anni in prima linea.

Da novembre 2016 ha aderito ufficialmente il Noi. A Fossò, il patronato intitolato a San Bartolomeo, riparte con slancio. Dopo i lavori di ristrutturazione del 2016, alla scoperta di cos'è davvero il centro parrocchiale e della sua funzione: protagonisti i laici nel loro essere comunità, in un abbraccio che supera le generazioni.

Un appello urgente alle parrocchie della città e della prima periferia: apritevi ai senza dimora. La Caritas diocesana è in cerca di nuove accoglienze invernali. Basta una stanza, dai due ai cinque letti, con un bagno, per accogliere e proteggere dal freddo alcune persone da metà dicembre a metà marzo. Servono altre parrocchie per evitare nuove accoglienze in emergenza.

Si concluderà il prossimo 30 giugno il progetto di Caritas italiana "Rifugiato a casa mia", che a Padova ha accolto 11 persone, due singoli e tre famiglie. Tempo di bilanci, tra prospettive di un lavoro che si conclude e analisi del tanto lavoro che resta da fare.

Domenica 28 maggio si festeggia la presenza delle suore salesie a Campagna Lupia: 90 anni di dedizione ai bambini, alle giovani ragazze, ma anche agli ammalati e alle famiglie. Una presenza silenziosa, ricca di contatti, determinante per la crescita umana e spirituale della comunità.

Ormai sono così numerosi che, per facilitare la conoscenza reciproca e le relazioni, nei mesi scorsi hanno creato un album di figurine vendute non solo in patronato, ma anche in edicola e nel bar di fronte alla chiesa, e andate a ruba. Loro sono la grande famiglia dell’Us Sant’Agostino di Albignasego, che negli ultimi anni è arrivata a contare circa trecento atleti e che può contare ora su un nuovo campo di gioco che si inaugura sabato 27.

La sagra di Bertipaglia, dal 26 maggio al 6 giugno, rispecchia la tradizione, ma con qualche novità: da quest'anno infatti oltre agli appuntamenti classici c'è un giorno, il 1° giugno, interamente dedicato alla comunità.

Nel vicariato di Monselice la micro-integrazione sta portando buoni frutti. Nell'ostello dei poveri di San Giacomo sono gli undici migranti a prendersi cura dei pellegrini, mentre nelle scuole superiori Cattaneo e Kennedy, due insegnanti africani sono saliti in cattedra a fianco dei loro colleghi italiani. Superate le diffidenze iniziali, la presenza dei migranti si è rivelata una grazia per le parrocchie del Duomo e di San Giacomo.

Si conclude il percorso sul pensiero di Simone Weil che un gruppo di quindici persone hanno aperto ad altri al centro universitario Zabarella. La tavola rotonda conclusiva mette insieme Martino Dalla Valle, don Roberto Ravazzolo e Francesca Simeoni.

L'Ultimo cammino di sant'Antonio quest'anno si dipana per il tradizionale itinerario nella notte tra il 27 e il 28 maggio. Attesi come sempre centinaia di persone, soprattutto giovani, che partiranno dal santuario del Noce di Camposampiero per arrivare, dopo 25 chilometri, alla Basilica del Santo.

Appuntamenti diocesani

Villa Immacolata: Itinerario sul Padre Nostro

Lunedì, 29 Maggio 2017 dalle 21:00 alle 22:30

Padova in basilica del Santo

Mercoledì, 31 Maggio 2017 dalle 21:00 alle 23:00

Asolo – casa Santa Dorotea

Venerdì, 02 Giugno 2017 dalle 09:30 alle 16:30

Padova – Natività

Venerdì, 02 Giugno 2017 dalle 16:30 alle 21:00

Colli Euganei - Viandanti e custodi della Parola

Sabato, 03 Giugno 2017 dalle 08:30 alle 16:00

Padova

Mercoledì, 07 Giugno 2017 dalle 16:00 alle 17:00

vedi tutti gli eventi

Cinquecentomila pellegrini hanno assistito alla messa per la canonizzazione di Francesco e Giacinta Marto, i primi due  bambini non martiri a essere proclamati Santi nella storia della Chiesa. Fatima è "un manto di luce", ha detto Francesco additando al mondo l'esempio dei due pastorelli e chiedendo una "mobilitazione generale" per la "rivoluzione della tenerezza".

Padre Nuno Rosario Fernandes, direttore del dipartimento di comunicazione del Patriarcato di Lisbona, racconta l'atmosfera che si respira alla vigilia del 19° viaggio apostolico internazionale di Papa Francesco. Atteso un milione di persone a Fatima per la canonizzazione dei due pastorelli. Nessuna polemica sul terzo segreto: tutto è già stato rivelato.

Due di loro, Francesco e Giacinta Marto, saranno proclamati santi da papa Bergoglio proprio in occasione del viaggio. È a loro, assieme alla cugina Lucia, che la Madonna è apparta la prima volta il 13 maggio del 1917 e poi ogni 13 del mese fino all'ottobre di quell'anno. Il papa decollerà da Ciampino per il Portogallo alle 14 di venerdì 12, nella stessa giornata avrà un colloquio con il presidente della repubblica portoghese. Alle 10 di sabato 13 la messa nella spianata del santuario con le canonizzazioni.

In agenda

Vigonza - Castello dei Da Peraga

Venerdì, 02 Giugno 2017 dalle 18:30 alle 23:00

vedi tutti gli eventi

Azione cattolica

Dall'Alba al tramonto

Il Santo dei Miracoli

BluradioVeneto