Voglia di essere intelligenti e di scambiarci parole sensate: ce ne sarebbe bisogno anche per la campagna elettorale, ora "solo chiacchiere e battibecchi". Il "Buona settimana" di Gianromano Gnesotto.

Un migliaio di persone si è data appuntamento ad Agna nella Giornata mondiale del migrante e del rifugiato per partecipare ai laboratori del mattino e alla marcia del pomeriggio, unendo generazioni e religioni in un comune impegno di fraternità. L'appello del vescovo ai residenti: «Non accettate di scendere in guerra, poveri contro poveri per manovre di chi usa gli uni e gli altri». L'editoriale del direttore Guglielmo Frezza.

L'editoriale di Gianni Cremonese, presidente Acli Padova, verso la Marcia della Pace ad Agna il 14 gennaio. «L’iniziativa è trasformare la marcia in un esercizio di fraternità in un territorio in cui sono evidenti gli effetti delle ingiustizie globali e dove si toccano con mano il dolore di chi arriva e la fatica di chi ospita».

Contraddizioni, ostacoli, tradimenti... Papa Francesco, in occasione dei suoi auguri natalizi alla curia, ha fatto intravvedere le difficoltà che sta incontrando nella riforma della curia romana. Il pensiero di don Giuseppe Trentin.

Don Roberto Ravazzolo, delegato vescovile per la pastorale universitaria e direttore del centro universitario di via Zabarella al termine dell'anno "donmilaniano". Educatore, sociologo, politico: letture riduttive per il prete di Barbiana.

Anania e Saffira, con la loro storia di inganno e menzogna, parlano anche oggi alle nostre comunità. Il messaggio centrale di questo brano non è che Dio punisce il malvagio; ma che la menzogna, la falsità, l’inganno, corrodono la comunità dal di dentro e pian piano la fanno morire.

Alla finitezza della vita appartiene anche il fatto di permettere alla morte di sopravvenire a tempo debito. Fin qui la bioetica. Per quanto concerne invece la biopolitica, il rischio è di alimentare le rivendicazioni di quanti in modo reattivo e indiscriminato invocano dallo stato la legalizzazione dell’eutanasia

Il mio campanile... il mondo. Articolare le differenze... anche nei verbi. Perché non basta celebrare la giornata mondiale del migrante e del rifiguiato per aiutare le comunità a capire il fenomeno. Si può partire visitando le nostre comunità religiose immigrate per iniziare un discorso di sensibilizzazione.

Il settimanale diocesano compie 110 anni e li festeggia presentandosi ai lettori in una veste grafica profondamente rinnovata a partire da domenica 28 gennaio. Cambiano le forme, ma rimane identico l’impegno scritto nella nostra testata: al servizio della chiesa padovana, del nostro popolo di lettori, della verità

Alcuni ragazzi discutono sulla mancata qualificazione dell'Italia dai mondiali. Anche Mohamed, nato in Italia da genitori di origine marocchina sente la tristezza di questa sconfitta, sebbene la legge non gli riconosca la stessa dignità dell'amico Giorgio. Ecco come da una discussione sul calcio sia in gioco la stessa concezione di Stato e Nazione e il modello di inclusione.