Park des Dolomites e Lo Scoiattolo: qui gli ospiti sono "di casa"

Al via la stagione estiva nelle case diocesane per ferie di Borca di Cadore e Asiago: due strutture che coniugano la vacanza del corpo con quella dello spirito. Dove l'ospite non è cliente ma uno di casa, e il personale e i gestori sono operatori dell'accoglienza.

Park des Dolomites e Lo Scoiattolo: qui gli ospiti sono "di casa"

Sono pronte ad avviare la nuova stagione estiva le case diocesane per le vacanze che si trovano a Borca di Cadore e ad Asiago.
Ufficialmente apriranno il primo giugno quella sulle Dolomite, il Park des Dolomites, il 15 invece quella sull'Altipiano, Lo scoiattolo,  e chiuderanno poi a metà settembre. È già possibile però prenotare il proprio soggiorno. Le due case sono accomunate dalla modalità di gestione:

«In entrambi i casi – spiega infatti don Massimiliano Zoccoletti, direttore dell’ufficio pastorale tempo libero, turismo e sport - si può parlare di un progetto alla base, quello di Hub. Un progetto che contempla sia una vera e propria gestione economica e finanziaria delle strutture, sia un aspetto pastorale. Sono case vacanze, alberghi a tutti gli effetti, ognuna con caratteristiche e target specifici, ma offrono alle persone anche un'attenzione in più, quella del lato spirituale. Le proposte sono naturalmente libere, chi vuole può aderirvi».

Il Park des Dolomites, la casa di Borca di Cadore, per la posizione e la struttura, ha un taglio più per famiglie, coppie o gruppi di persone giovani o comunque amanti della vita all'aperto, delle passeggiate e camminate. È per chi ama la montagna in senso stretto.
Con 58 camere, di cui 12 di tipo “family room”, la casa diocesana di Borca offre: baby club curato per i bambini, un'area per il tempo libero con possibilità di seguire spettacoli ad esempio di falconeria, serate culturali. «Queste caratteristiche – continua don Zoccoletti – si coniugano con l'identità specifica della casa, che è della Diocesi e quindi ha anche un risvolto spirituale, oltre che un'attenzione particolare alla famiglia, una cura nel rapporto umano e nell'accoglienza. Per chi vuole infatti c'è la possibilità di seguire la celebrazione giornaliera della messa oppure di incontrare un sacerdote per un confronto, una parola, una chiacchierata».

Quest'anno questi momenti di spiritualità sono offerti dai responsabili degli uffici diocesani che settimanalmente si turneranno per garantire una presenza. La vacanza diventa così non solo un momento di ristoro per il corpo e la mente, ma anche per lo spirito.

La struttura di Asiago invece, Lo scoiattolo, con le sue 90 camere, ha storicamente una clientela privata più anziana che si mescola poi ai gruppi parrocchiali o alle famiglie. Qui l'attenzione alla persona di una certa età o con difficoltà è a 360 gradi: dal menù all'animazione (con serate culturali, film, tombola, musica) fino a servizi più specifici come la presenza una volta a settimana di una parrucchiera, una manicure-pedicure, un infermiere e una persona per la ginnastica. E poi, una navetta quotidiana per il trasporto in centro con il ritorno per l'ora di pranzo e uscite con visite ad esempio al museo dell'acqua, al Sacrario, al Duomo oppure serate in centro.
«La struttura è ben organizzata – spiega don Zuccoletti – ha inoltre un bellissimo parco dove le persone possono passeggiare, sedersi, leggere il giornale o un libro, stare all'aria aperta senza necessità di uscire dalla casa. Alcuni anziani soggiornano ad Asiago uno o due mesi: qui però non si sentono abbandonati e tanto meno non si sentono in casa di riposo. Sono in vacanza e in più si sentono tutelati». Anche ad Asiago è assicurata la presenza di un sacerdote per tutta l'estate, sia per le celebrazioni eucaristiche, le lodi e i vespri, che per una chiacchierata spirituale.

«È bene ricordare – conclude il responsabile diocesano – che sono entrambe due strutture alberghiere: i servizi sono quindi quelli di un albergo, con camere attrezzate e dotate tutte di bagno privato. Hanno però una connotazione in più, essendo diocesane. Qui i servizi non sono prodotti, ma gesti, l'ospite non è cliente ma uno di casa, il personale e i gestori sono operatori dell'accoglienza».

Per info e prenotazioni: c'è un unico ufficio prenotazione, con sede a Borca al numero 0436 890356 oppure per mail info@parkdesdolomites.it, info@scoiattoloasiago.it

Tutti i diritti riservati
Parole chiave: case-diocesane (2), park-des-dolomites (2), lo-scoiattolo (2), dolomiti (2), ferie (3), vacanze (9), montagna (29), asiago (29)
Park des Dolomites e Lo Scoiattolo: qui gli ospiti sono "di casa"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.