Il calendario antoniano 2020

A nord-est dell’edificato di Tito, un piccolo paese della provincia di Potenza, a circa 15 Km dal capoluogo di regione, su uno dei tre promontori intorno ai quali prese forma l’originario insediamento urbano, sorge il complesso conventuale S. Antonio di Padova, uno dei principali insediamenti francescani lucani.

Il calendario antoniano 2020

Il Convento Sant’Antonio è scrigno di un ricco patrimonio artistico. Il suo chiostro infatti conserva uno dei più interessanti cicli ad affresco della regione, realizzati in più campagne decorative, grazie a una committenza corale, religiosa e laica, come è testimoniato dalle numerose iscrizioni e stemmi presenti nell’impianto decorativo. Alla luce dei risultati dei puntuali interventi di restauro, è stato possibile collocare la campagna decorativa originaria fra la seconda metà del ‘500 e i primi decenni del secolo successivo e accostare la pregevole realizzazione alla bottega di Giovanni e soprattutto Girolamo Todisco, oltre che al Pietrafesa.
L’intero ciclo pittorico si dispiega lungo i quattro corridoi perimetrali del chiostro, sulle pareti e sulle volte. Compaiono 27 scene, la maggior parte tratte dalla vita e dagli interventi miracolosi di Sant’Antonio così come sono stati raccontati dallo storico Emanuele de Azevedo nel XVII secolo.
Nel Calendario Antoniano 2020 compaiono 12 di queste scene, illustranti ciascuna un prodigio di sant'Antonio.

Se qualcuno desidera ricevere una copia omaggio del Calendario può inviare una mail a: associazione@santodeimiracoli.org oppure telefonare allo 049 875 91 99

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)