Fatti

Servizio civile, cambiano le regole. Da nazionale diventa universale, la programmazione assume un respiro triennale e cambiano le regole di progettazione e di lavoro per gli enti. Novità che riguardano in prima battuta le decine di enti pubblici, privati e del terzo settore del Veneto che stanno impegnando attualmente un migliaio di giovani volontari in progetti di servizio civile. Ma che investiranno anche i giovani under 29, che verranno ammessi ai progetti finanziati dal Dipartimento nazionale.

La Commissione presenta la propria proposta in vista della grande conferenza, della durata di due anni, che dovrebbe porsi in ascolto dei cittadini e preparare le riforme e il rilancio delle istituzioni Ue. Tante buone intenzioni, qualche domanda inevasa. E una "dimenticanza": nei documenti circolanti non si cita il possibile contributo di Chiese e comunità religiose, peraltro esplicitamente riconosciute dal Trattato di Lisbona

Il Rapporto pubblicato da “Szlachetna paczka” (Strenna generosa) mostra come nella società polacca molte famiglie hanno redditi troppo modesti per una vita dignitosa. Ne fanno le spese alimentazione e cure mediche. E mentre il Pil vola, l’indigenza entra nelle case dove si fatica a pagare le bollette o il riscaldamento. Volontari e benefattori, cattolici e laici, si mobilitano lungo tutto l’arco dell’anno per sostenere persone in difficoltà

Dopo le polemiche per la scelta di Matteo Salvini di citofonare a una famiglia tunisina, il rione della periferia bolognese alza la voce e chiede rispetto per la propria storia, per il suo presente e per il suo futuro: “Qui cittadini e istituzioni impegnati da anni per il rilancio della zona”

La Società italiana di Malattie infettive e Tropicali "è pronta a mettere a disposizione delle istituzioni sia l'esperienza accumulata nella gestione di altri precedenti emergenze (Sars, Ebola e Zika virus) sia la propria rete di strutture"

La Commissione anticipa i dati dell’anno appena concluso in attesa del report annuale. La diminuzione riguarda soprattutto Cina, Federazione Russa, Bielorussia e Vietnam. Invertono la tendenza Colombia e Perù. Oltre 3mila le procedure pendenti in capo agli enti autorizzati

A colloquio con Yassin al-Hai Saleh, intellettuale, scrittore e oppositore politico siriano. Il suo sguardo sul Paese, sul volto di tanti giovani animati da voglia di giustizia e di rinnovamento. "In Siria - rimarca - in tanti hanno commesso crimini, dal regime ai gruppi jihadisti, islamisti e anche i curdi. Chi ha sbagliato deve pagare il suo conto con la giustizia". Per l'intellettuale senza giustizia non può esserci dialogo e riconciliazione. Intanto la guerra continua e da Idlib giungono notizie di bombardamenti, scontri e numerosi morti tra i civili. Molti sono bambini. L’inviato speciale delle Nazioni Unite per la Siria, Geir Pedersen, incontrerà in settimana i ministri degli Esteri e della Difesa della Federazione Russa, rispettivamente Sergej Lavrov e Sergej Shoigu. Da Mosca Pedersen si recherà poi a Damasco. Il prossimo 29 gennaio l’Inviato speciale informerà il Consiglio di sicurezza Onu dei risultati del viaggio

Gli eventi a ingresso libero sono organizzati dall’istituto Confucio all’Università di Padova e dalla Guangzhou University, in collaborazione con il Comune di Padova e patrocinati da Comune di Padova, Università di Padova, Istituto Confucio Cà Foscari Venezia e Conservatorio Cesare Pollini di Padova.