Giovanni Moro, Fondaca: «La partecipazione non è finita ma ha cambiato pelle e volto»

La società attuale ha visto mutare al suo interno paradigmi consolidati da decenni e che si pensavano validi e intramontabili. Anche la politica, strettamente legata e disegnata su modelli che corrispondevano a una società omogenea e coesa, non è stata in grado di ridefinirsi, ma per Giovanni Moro di Fondaca questo lascia spazio e possibilità a nuove forme di rappresentanza cittadina differente dai tradizionali luoghi d'appartenenza. 

Giovanni Moro, Fondaca: «La partecipazione non è finita ma ha cambiato pelle e volto»
«C'è una fuga dei cittadini dalle forme di politica tradizionale, è molto diffusa nelle democrazie avanzate questa ritrosia a votare o a candidarsi. Ma è solamente uno dei tanti indicatori ai quali si affiancano nuove forme di impegno civico che sono completamente fuori dal circuito della rappresentanza, nel senso tradizionale del termine, ma comunque rappresentano meccanismi di partecipazione concorrenti e alternativi alle forme d'un tempo».È indubbio che la società attuale ha visto mutare al suo interno paradigmi...