La giornata di domenica 19 agosto

«Papà, mi fai vedere che cos’hai in bocca?». È questa la semplicissima domanda che praticamente ogni domenica mi pone il mio bimbo più piccolo, 4 anni, quando torniamo al banco dopo la comunione. Per i nostri figli è un’abitudine, sin da quando erano piccolissimi, accompagnare me e mia moglie a ricevere l’ostia consacrata. Ed esattamente come a suo tempo ce lo chiedeva il maggiore, ora è il turno del minore, quasi che stesse interpretando un copione, che peraltro nessuno gli ha insegnato. Lo incuriosisce il fatto che noi adulti andiamo a mangiare qualcosa, vorrebbe assaggiarlo anche lui, e come dargli torto? Quando socchiudo appena la bocca per accontentare la sua richiesta, il pane non è già più lì. Piccola delusione.

La giornata di domenica 19 agosto

«Papà, mi fai vedere che cos’hai in bocca?». È questa la semplicissima domanda che praticamente ogni domenica mi pone il mio bimbo più piccolo, 4 anni, quando torniamo al banco dopo la comunione. Per i nostri figli è un’abitudine, sin da quando erano piccolissimi, accompagnare me e mia moglie a ricevere l’ostia consacrata. Ed esattamente come a suo tempo ce lo chiedeva il maggiore, ora è il turno del minore, quasi che stesse interpretando un copione, che peraltro nessuno gli ha insegnato. Lo incuriosisce il fatto che noi adulti andiamo a mangiare qualcosa, vorrebbe assaggiarlo anche lui, e come dargli torto? Quando socchiudo appena la bocca per accontentare la sua richiesta, il pane non è già più lì. Piccola delusione. «Ma perché voi grandi mangiate alla messa?». Non si dà per vinto l’ometto: una volta ritornati a casa, quando ormai la mia mente corre già altrove, lui torna a bomba e lo fa spiazzandomi, come sempre. Confesso che è complicato, per me, provare a spiegare l’eucaristia ad un bimbo di 4 anni. Timidamente e un po’ ingenuamente gli dico che in quel pezzetto di pane c’è Gesù, che mi dà la forza per vivere al meglio la settimana che sta iniziando. Ammetto che, nel momento stesso in cui le parole mi escono dalla bocca, mi sento un tantino a disagio perché, siccome è un bambino sveglio, intuisco la sua reazione: «Ma dai, papà, come fa Gesù a starci in un pezzo di pane? E in tutti i pezzi di pane di tutti gli adulti che ci sono in chiesa?». Ma mi sbaglio, come sempre. La reazione del piccolo grande uomo non è quella che mi ero atteso. Lui crede alle mie parole. Ne è soddisfatto. Perché sa che il papà non dice le bugie. E la sua conclusione è: «Quando divento grande, anch’io lo mangio e divento forte! Vero, papà?».
Nella sua infinita semplicità, la lezione di teologia che mi dà è davvero esemplare. E pensare che l’aveva detto Gesù stesso «la mia carne è vero cibo, chi ne mangia vivrà in eterno». Ma io, stolto, avevo pensato ancora una volta di comprendere l’infinito amore di Cristo con le mie finite categorie mentali. «Se non ritornerete come bambini...», aveva anche detto. Un bimbo di soli 4 anni mi dà l’unica chiave per comprendere il mistero del pane consacrato: la chiave si chiama fiducia, fede. Lui si fida di me perché sono il suo papà e sa che gli voglio un sacco di bene, non potrei mai tradirlo dicendogli delle falsità. Ma io? È proprio così difficile per un adulto fidarsi del Padre, sapendo che non potrebbe mai tradirlo? Me l’ha detto lui: «Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo».
«Se non mangiate non avete in voi la vita». No, Signore, io l’ho deciso: voglio mangiare di te sempre, tutti i giorni della mia vita su questa terra, perché desidero avere in me la vita. Quella vera. E vorrei che i miei figli percepissero questo mio desiderio e vorrei poterli contagiare. Ho capito ancora una volta che non saranno le mie povere parole a portarli a te, ma solamente il tuo amore che giunge fino a loro attraverso di me: «Colui che mangia me vivrà per me». Quanta strada ancora nel cammino per vivere da cristiano... Ma tu, Signore, nutrendomi di te, mi fai diventare forte! Ne è sicuro il mio bambino, sulla sua scia ne sono sicuro anch’io!

scarica la pagina in pdf

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Allegato 08atpag58e59e60.pdf (650,92 kB)
La giornata di domenica 19 agosto
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.