La sagra dell'Assunta mostra il volto più bello di Saonara

Sono pronti a dare il meglio di sé i 250 volontari che da mercoledì 10 a martedì 16 agosto daranno vita alla sagra dell’Assunta nella parrocchia di San Martino di Saonara. Dai bambini di quinta elementare agli over 70, tutti sono stati coinvolti in questa tradizionale proposta che resta attesa e si rinnova di anno in anno.

La sagra dell'Assunta mostra il volto più bello di Saonara

«Prima di tutto – sottolinea il parroco, don Francesco Monetti – si tratta di osservare una tradizione. È senz’altro anche una bella occasione per mettere insieme tutti i gruppi, ed è una delle poche in cui sono davvero impegnati in qualcosa da animare insieme, sia i tradizionali gruppi di servizio, sia i giovani e gli adulti. La sagra resta poi un’attività gratificante in questo suo mettere insieme tante forze e realtà. E offre il volto vivo e vivace di una comunità».

Oltre allo stand gastronomico (che le prime due sere prevede menù di pesce e le seguenti specialità di cavallo), nel capannone gestito dai giovani (con offerta di piadine e panini caldi) tutte le sere si terrà musica dal vivo con band musicali, una serata sarà dedicata al karaoke e si accoglierà anche l’esperienza di un artista di strada, Manuele Pascal.
Per i bambini è sempre accessibile l’angolo dei gonfiabili. In una sala del patronato verrà allestito un mercatino dell’artigianato e della creatività locale gestito dalla Caritas parrocchiale e una mostra mercato del libro e del dvd nuovo e usato.
«Domenica 14 agosto – aggiunge Rossano Sanavia, responsabile della sagra – si terrà la mostra di auto d’epoca e americane, delle cose e oggettistica vecchia e dell’usato. E dalla mattina partirà l’arrostimento tradizionale del bo’ che verrà mangiato la sera». E proprio la sera del 14 avverrà la rievocazione storica con, al termine, uno spettacolo di fuochi d’artificio. Verrà inoltre allestita una mostra di piante e frutta della realtà vivaistica del saonarese.

«Ci piace anche segnalare due mostre interessanti – afferma il responsabile della sagra – quella di Elio Pagliarin, cartolaio del paese e appassionato studioso della storia locale, che presenterà una sua ricerca anche fotografica sulla storia dell’oratorio delle Muneghette; la seconda, dentro la scuola dell’infanzia, illustra il percorso sull’affresco fatti dai bambini stessi durante l’anno sull’affresco».

Ed è proprio alla scuola dell’infanzia che verrà interamente devoluto il ricavato della sagra.
La sagra, di fatto, è sagra dell’Assunta, quindi ci sarà anche una continuità stretta con la dimensione celebrativa. «Insieme ci prepareremo a questa fondamentale festa liturgica – spiega il parroco – iniziando martedì 9 agosto, fino a venerdì 12, con i pellegrinaggi delle contrade. Ogni sera il ritrovo è alle 19 in piazza Donatori di sangue: da qui a piedi, recitando il rosario, arriveremo all’oratorio delle Muneghette, dove alle 19.30 celebreremo la messa. Sarà un’occasione per pregare per tutte le nostre famiglie, per i ragazzi e giovani, per i nostri defunti e per il nostro paese, affinché sia sempre più unito e accogliente».
Lunedì 15 agosto, solennità dell’Assunta, le messe si celebreranno alle 8 e 10.30 in chiesa a Saonara, alle 18.30 nella chiesa delle Muneghette.

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: saonara (6), assunta (16), don francesco monetti (1)