Tante belle occasioni per “fare comunità” alla festa di Montà per san Bartolomeo

Martedì 15 agosto a Montà è iniziata la novena dedicata a san Bartolomeo apostolo con la quale la comunità si prepara alla festa in onore del suo patrono, in programma dal 24 al 29 agosto. Giovedì 24, ricorrenza di san Bartolomeo Natanaele sono invitati a partecipare all’eucaristia delle 18.30 i preti che hanno prestato servizio in parrocchia e quelli delle parrocchie vicine, del vicariato, come segno di amicizia e fraternità tra le diverse comunità.

Tante belle occasioni per “fare comunità” alla festa di Montà per san Bartolomeo

Durante la novena alle preghiere di affidamento a san Bartolomeo e alle benedizioni con la reliquia del santo si affiancano momenti in ricordo dei defunti, degli ammalati e degli anziani impossibilitati a muoversi.
Mercoledì 23 alle 19 da Montà partirà l’ottava edizione della “Corsa Carbonara”, più o meno una mezza maratona (22 chilometri) in notturna tra le vie di Padova a cui possono iscriversi sportivi e podisti.

«Giovedì 24, ricorrenza di san Bartolomeo Natanaele – spiegano don Massimo De Franceschi e don Fabio Bertin, rispettivamente parroco e vicario parrocchiale di Montà – abbiamo invitato a partecipare all’eucaristia delle 18.30 i preti che hanno prestato servizio nella nostra comunità e quelli delle parrocchie vicine, del vicariato, come segno di amicizia e fraternità tra le diverse comunità. Dopo la messa andremo in processione con la statua del santo per le strade del quartiere che, per l’occasione, avranno dei fiocchi rossi appesi fuori dalle case in ricordo del martirio di san Bartolomeo».

Dopo la processione è previsto l’inizio della festa che per sei sere (una in più rispetto agli altri anni) propone lo stand gastronomico con piatti tradizionali e rinnovate pietanze; uno spazio gestito dai ragazzi in piazza con musica dal vivo e panini; attività e giochi per bambini; ballo liscio e non nel piazzale del patronato; mostre nei locali del patronato; il mercatino dell’usato che con tanto buon gusto dispone cose antiche e nuove e il bar del patronato.
Tra gli spettacoli in programma si segnala quello di Marco e Pippo: l’unico duo che è un trio.

«Domenica 28 – proseguono don Massimo e don Fabio – celebreremo la messa delle 10.30 sotto il tendone dello stand gastronomico, per poi fermarci a mangiare tutti insieme. Ogni famiglia potrà portare qualcosa da casa e condividerlo. Una proposta nuova che speriamo sia vissuta con semplicità e desiderio di crescere nell’amicizia».

Quest’anno, dopo tanti anni di servizio nel coordinamento dei vari settori della sagra, il volontario Bepi Valentini ha preferito passare il testimone e così il coordinamento è stato affidato a un piccolo gruppo di persone. «Questa è una nuova sfida, ma pensiamo che una comunità cristiana possa camminare e crescere anche grazie a questi servizi».

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: san-bartolomeo (2), don-massimo-de-franceschi (1), montà (53), sagra (175), novena (4)