Sabato 5 e domenica 6 novembre il mercatino Caritas a Ponte San Nicolò. Anche profughi tra i volontari

Saranno i profughi ad allestire ed esporre il materiale nei locali della parrocchia di San Leopoldo. Ormai una vera istituzione, il mercatino si terrà sabato 5 novembre dalle 14.30 alle 19 e domenica 6 dalle 8.30 alle 19.

Sabato 5 e domenica 6 novembre il mercatino Caritas a Ponte San Nicolò. Anche profughi tra i volontari

C'è chi, pur non avendoli neppure visti, li ha già considerati un problema. Altri, invece, si sono avvicinati, hanno chiesto il loro nome e hanno avuto la forza di coinvolgerli con lo spirito di aiutare - indistintamente - italiani e stranieri che si trovano ad affrontare situazioni di disagio e di sofferenza. Ci saranno anche alcuni dei profughi arrivati nelle scorse settimane a Ponte San Nicolò, per il progetto Sprar, tra i volontari che animeranno il mercatino della Caritas interparrocchiale in programma sabato 5 e domenica 6 novembre nei locali della parrocchia di San Leopoldo. «Saranno loro - spiega la coordinatrice Pasqualina Pagliarin - i principali artefici dell'allestimento e dell'esposizione del materiale».

Il mercatino della Caritas a Ponte San Nicolò è più di un'istituzione: un tempo solo in primavera in capoluogo, da alcuni anni si svolge anche nel mese di novembre a San Leopoldo, parrocchia in cui i volontari di tutto il comune organizzano le loro attività, si impegnano nella distribuzione di borse alimentari e di vestiario e raccolgono una vasta gamma di materiale utile sia per le persone, sia per rimpinguare i mercatini, il principale mezzo per finanziare il sostegno diretto.

«Operiamo direttamente con i servizi sociali - racconta Pagliarin - che si avvalgono anche del servizio volontario come promotore sociale Acli che svolgo il venerdì mattina a San Nicolò. Questo è un modo prezioso per orientare chi si trova in difficoltà a ricevere il giusto sostegno». Ma di fronte a molte situazioni davvero complicate, quasi sempre provocate dalla perdita improvvisa di reddito, c'è bisogno soprattutto di un supporto morale. «Quello che abbiamo imparato negli anni è che conta stare vicino alle persone con la parola, l'ascolto, la confidenza. È bello vedere come tante persone, italiane e straniere, una volta superato il momento di difficoltà, scelgano di dedicare tempo al volontariato in Caritas». Il mercatino si terrà sabato 5 novembre dalle 14.30 alle 19 e domenica 6 dalle 8.30 alle 19. Tra i banchi sarà possibile trovare mobili, vestiario, materiali per decoupage e ricamo, oggetti di modernariato, libri, giocattoli e addobbi natalizi.

Il mercatino, però, darà a molti la possibilità di conoscere più che i profughi di cui tanto si è parlato sui giornali, le persone che sono dietro i titoli. «Abbiamo già instaurato un buon rapporto di amicizia - conclude la decana del volontariato sociale sannicolese - Uno di loro, ad esempio, l'altro giorno si è "confessato" grande tifoso della Juve dopo la buona prova in Champions League. Anche questo servizio e questo dialogo sereno sono ottime modalità per aiutare questi ragazzi che scappano da situazioni terribili a inserirsi nel nostro contesto locale».

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: Ponte San Nicolò (15), mercatino (5), Caritas (222), San Leopoldo (10), profughi (227)