Il panettone bio che fa lievitare l'integrazione

Artigianale, biologico, diverso: è il dolce natalizio prodotto dai ragazzi del Forno del Parco di Rubano. Il progetto è promosso da CoislhaBio: un team di migranti e persone svantaggiate, accompagnati dai fornai professionisti Michele Vitiello e Paolo Visintin, sfornano 400 “pezzi unici” dalle confezioni dipinte a mano. Per Samuel e Abraham, rifugiati e panettieri è un modo per imparare un nuovo mestiere. Per la cooperativa sociale invece il panettone Bio fa lievitare l'integrazione.

Il panettone bio che fa lievitare l'integrazione
Un Natale all’insegna della solidarietà e del mangiar sano: sulle tavole padovane arriva PanettOne, il panettone artigianale e biologico realizzato dai ragazzi del Forno del Parco di Rubano. A impastare ed infornare i tipici dolci natalizi, accompagnati dalle mani esperte dei fornai professionisti Michele Vitiello e Paolo Visintin, sono migranti e persone svantaggiate seguiti dalla cooperativa sociale Coislha.Per quest’edizione di lancio vengono prodotti 400 panettoni, dei veri e propri “pezzi unici” perché anche il...

Gentile lettore, grazie per aver scelto questo articolo



Ti interessa continuare la lettura?

Abbonati per un anno alla Difesa del popolo per soli 30 euro

oppure

Prova gratis per un mese il nostro abbonamento digitale


Abbonati subito

Così potrai:



  • leggere il settimanale su pc, smartphone e tablet fin dal mercoledì

  • avere libero accesso in ogni momento a tutti i contenuti del sito
  • aderire agli eventi della nostra associazione "La Difesa s'incontra"


La Difesa del popolo, ogni giorno insieme a te.