59 anni senza Olivetti, tre frasi per ricordarlo e scoprirne la storia

Adriano Olivetti, l'ingegnere, l'industriale e il politico. A quasi sessant'anni dalla scomparsa di Adriano, dell'epopea industriale e civile dell'Olivetti di quel periodo rimane forse troppo poco: splendide macchine da scrivere e da calcolo, una città cosmopolita — Ivrea — urbanizzata ad immagine e somiglianza dell'azienda e un enorme archivio di progetti, carteggi e grandi illusioni.

Ciò che non è invecchiato di un giorno sono i pensieri, gli scritti di Adriano Olivetti. Scopriamone tre.

59 anni senza Olivetti, tre frasi per ricordarlo e scoprirne la storia
Adriano olivetti nasce ad Ivrea l'undici aprile 1901, suo padre Camillo è quello che si definirebbe un pioniere: ingegnere, prima fonda un'azienda di componentistiche elettriche e poi si butta a capofitto nell'avventura della scrittura meccanica.Ivrea è una piccola cittadina del Canavese, nell'alto Piemonte, sulla carta troppo lontana dai grandi centri industriali del paese ma, sotto la cenere, covano le braci di una grande innovazione.Conoscevo la monotonia terribile e il peso dei gesti ripetuti all'infinito davanti a un...

Gentile lettore, grazie per aver scelto questo articolo



Ti interessa continuare la lettura?

Abbonati per un anno alla Difesa del popolo per soli 30 euro

oppure

Prova gratis per un mese il nostro abbonamento digitale


Abbonati subito

Così potrai:



  • leggere il settimanale su pc, smartphone e tablet fin dal mercoledì

  • avere libero accesso in ogni momento a tutti i contenuti del sito
  • aderire agli eventi della nostra associazione "La Difesa s'incontra"


La Difesa del popolo, ogni giorno insieme a te.