Migranti, 24 ore alla deriva prima del soccorso. Alarm phone: “Scandalo”

La cronaca in diretta del barcone alla deriva suscita polemiche. La Marina militare che ha effettuato l'intervento conferma in una nota che le 100 persone a bordo erano in “imminente pericolo di vita”. Non confermato invece il decesso di una bambina di 5 anni. Sea Watch: "24 ore di agonia"

Migranti, 24 ore alla deriva prima del soccorso. Alarm phone: “Scandalo”

ROMA - La cronaca in diretta per 24 ore: un barcone con 100 persone a bordo è in difficoltà, imbarca acqua. Il gommone viene avvistato da Moonbird, l'elicottero di ricognizione per i soccorsi di Sea Watch, alle 8 del mattino. Viene lanciato un Sos ripreso dalla rete Alarm phone e rilanciato sui social e e i principali mezzi di informazione, ma per un giorno nessuno interviene. Poi la notizia terribile: secondo quanto riferito una bambina di 5 anni sarebbe morta a bordo, in attesa dei soccorsi. Solo stamattina arriva l’intervento della nave P490 della Marina Militare, che porta in salvo i 100 migranti ma non conferma la notizia della bimba morta.

In una nota ufficiale la Marina militare conferma però che le persone erano in imminente pericolo di vita. “Questa mattina il Pattugliatore d’altura della Marina Militare Cigala Fulgosi, ha raggiunto un gommone in acque internazionali, a circa 90 miglia a sud di Lampedusa. L’unità della Marina, constatate le condizioni del natante con 100 persone a bordo, di cui solo una decina provvisti di salvagente individuale, motore spento, precarie condizioni di galleggiamento e considerate le condizioni meteorologiche in peggioramento, è intervenuta in soccorso delle persone che erano in imminente pericolo di vita - si legge nella nota -. A termine del soccorso sono state recuperate le 100 persone, di cui 17 donne e 23 minori, per i quali è attualmente in atto la verifica delle condizioni di salute. Non risulta alcuna persona deceduta a bordo”. 

La rete Alarm phone replica sottolineando di non aver mai confermato il decesso, ma di aver parlato di una notizia riferita dai migranti a bordo. “Ci sono state molte speculazioni rispetto al nostro tweet - scrivono -.  Abbiamo trasmesso quello che i migranti ci hanno detto: che una bambina di 5 anni è morta. Non l'abbiamo mai confermato: speriamo non sia vero. Non è necessario che muoia qualcuno perché sia uno scandalo che 90 persone sono state lasciate a rischio per oltre 23 ore”.

"Mentre la nostra nave si trova sotto sequestro probatorio continuano le nostre missioni aree - sottolinea la portavoce di Sea Watch, Giorgia Linardi -. Ieri è stato avvistato un gommone con 90 persone a bordo, tra cui 15 bambini e 20 donne di cui una incinta.E' stato riportato da Alrm phone che una bambina avrebbe perso la vita, notizia poi smentita dopo il soccorso da parte della Marina militare. Quello che resta un fatto è che queste persone sono state avvistate alle 8 di mattina di ieri e soccorse alle 7 di questa mattina. 24 ore di agonia in mezzo al mare in cui avrebbero potuto essere soccorso, fin da ieri era stato rilevato nelle vicinanze un assetto della Marina militare italiana, che però ha inviato un elicottero senza intervenire fino a questa mattina". (ec)

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Fonte: Redattore sociale