Romania al timone dell'Unione. Obiettivi ambiziosi e ostacoli politici

Il governo di Bucarest detiene la presidenza semestrale, fino al 30 giugno, in una fase delicatissima della vita dell'Unione europea. Brexit, budget di lungo periodo ed elezioni dell'Europarlamento tra le sfide principali. Ma la situazione politica interna non aiuterà la premier Viorica Dancila. Il 9 maggio a Sibiu un summit per rilanciare l'integrazione.

Romania al timone dell'Unione. Obiettivi ambiziosi e ostacoli politici
«Coesione, valore comune europeo»: è il motto scelto dal governo della Romania che dal 1° gennaio ha assunto la presidenza di turno del Consiglio dei ministri dell’Ue. Un semestre delicatissimo, nel quale dovrà essere risolto in sede Ue il dossier per il recesso del Regno Unito, definito – o almeno abbozzato – il Quadro finanziario pluriennale 2021-2027, preparando al contempo le elezioni dell’Europarlamento, che cadranno nei giorni 23-26 maggio.Principali obiettivi. Il semestre a guida romena sarà segnato da eventi...

Gentile lettore, grazie per aver scelto questo articolo



Ti interessa continuare la lettura?

Abbonati per un anno alla Difesa del popolo per soli 30 euro

oppure

Prova gratis per un mese il nostro abbonamento digitale


Abbonati subito

Così potrai:



  • leggere il settimanale su pc, smartphone e tablet fin dal mercoledì

  • avere libero accesso in ogni momento a tutti i contenuti del sito
  • aderire agli eventi della nostra associazione "La Difesa s'incontra"


La Difesa del popolo, ogni giorno insieme a te.