Fatti

“A seguito delle attività istruttorie avviate l’11 luglio scorso al Campo Santo Teutonico, si sono svolti – come annunciato – accertamenti sia di carattere documentale che di carattere logistico, dai quali è emerso che – come risulta agli atti del Pontificio Collegio Teutonico – tra gli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso sono stati effettuati lavori di ampliamento del Collegio stesso. In quel periodo i lavori hanno interessato l’intera aerea cimiteriale e l’edificio del Collegio Teutonico”.

L'Uganda è il terzo Paese al mondo ad accogliere il più alto numero di rifugiati: quasi 1 milione e 300 mila, in maggioranza donne e bambini in fuga dal Sud Sudan. I rifugiati possono lavorare la terra, hanno accesso gratuito a scuola e sanità. L'approccio del governo è mirato all'inclusione nelle comunità. A colloquio con Abenet Leykun Berhanu, direttore di Amref Health Africa in Uganda

Nel 2019 si sta confermando il calo degli arrivi iniziato da qualche anno, accompagnato da una diminuzione del numero assoluto dei morti e dei dispersi in mare. Tuttavia, secondo l'Unhcr, in percentuale, le morti sono aumentate. È davvero così? Lo vediamo in un grafico

È stato presentato, martedì 9 luglio, a Roma il rapporto “L’ascolto e la partecipazione dei minori stranieri non accompagnati (Msna) in Italia”, frutto di un lavoro congiunto dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza e l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. È l'occasione per riflettere sulla condizione dei Msna nel nostro Paese, ma anche sul clima che si respira in generale nei confronti dei migranti

L'elevato tasso di natalità della regione alpina, in decisa controtendenza rispetto ai dati Istat riferiti al resto d'Italia, apre la strada ad una riflessione strettamente legata al territorio e alle politiche locali. I nuovi nati altoatesini hanno trovato ad accoglierli non solo le braccia di mamma e papà, ma anche un “nido” di servizi e di strumenti, attivati sul territorio per sostenere i genitori nei primi anni di vita dei loro bambini.

Si conferma la crescita del Pil per la zona euro nel 2019 all'1,2 % mentre quelle per il 2020 sono date all'1,4%, dato leggermente riviste al ribasso rispetto alla primavera (1,5%), a motivo del “ritmo più moderato della crescita” previsto di qui fino a fine 2019. Relativamente ai 28, le previsioni restano invariate all'1,4 % nel 2019 e all'1,6 % nel 2020. Il trend è in crescita “per il settimo anno consecutivo”, addirittura “più forte di quanto previsto” a inizio 2019 per “fattori temporanei”: le miti condizioni atmosferiche dell'inverno (che hanno favorito il settore dell’edilizia), l'aumento delle vendite di automobili, insieme a misure di politica di bilancio che hanno aumentato il reddito disponibile delle famiglie in diversi Stati membri e “un tasso della disoccupazione che è il più basso degli ultimi 10 anni”, ha sottolineato Moscovici

Nel 2018 oltre 56 mila sentenze di sfratto, oltre 30 mila gli sfratti eseguiti con forza pubblica.Il leader dell'Unione Inquilini, Massimo Pasquini, commenta i dati del Viminale: “100 famiglie ogni giorno, si affronta il problema solo con l'ordine pubblico”

Aumentano le violazioni nel settore giochi, ma in parte sono dovuti alla crescita dei controlli. In calo, nel 2018, le entrate per lo Stato (-3%), ma il volume d’affari è salito a 104,9 miliardi. I dati del Rendiconto Generale dello Stato 2018 della Corte dei Conti analizzati dall’istituto di ricerca