Fatti

Il Consiglio europeo che si svolge oggi a Bruxelles non lascia ben sperare circa l'accordo sul Quadro finanziario pluriennale, strumento necessario per programmare azioni, investimenti e fondi comunitari nel periodo 2021-2027. Ogni ritardo nell'approvazione porterebbe danni concreti a progetti riguardanti, ad esempio, l'innovazione digitale, la sicurezza, la lotta al cancro, l'istruzione giovanile, la ricerca sulle fonti energetiche, l'agricoltura, le Pmi. Ma le posizioni sono distanti. Forte richiamo dall'Europarlamento ai capi di Stato e di governo

A parlare è Marco Lombardo, assessore del Comune di Bologna con deleghe anche alle relazioni europee e internazionali: “Italia e Unione Europea devono adoperare tutti gli strumenti diplomatici ed eventualmente pensare a una politica di condizionalità”. Venerdì nuovo presidio di solidarietà, sabato allo stadio il tifo sarà per la liberazione del giovane ricercatore 

Lo prevede il bilancio 2021-2027: 35 i miliardi messi a disposizione del Fondo per migrazioni, asilo e frontiere a fronte dei 13 attuali. E un maxi-fondo per lo sviluppo di 90 miliardi, di cui il 10 per cento speso per controllare i flussi. Concord Italia: “Si finanziano regimi autoritari, grandi assenti le vie legali”

Un tribunale dell’Aia blocca il ricorso all’algoritmo che cerca di calcolare con quale probabilità una persona cercherà di compiere una truffa ai danni dello Stato, usato per valutare le richieste di sussidio. L'Onu: "La digitalizzazione delle prestazioni sociali una minaccia per i diritti umani"

L’83 per cento dei posti a Roma è in centri di grandi dimensioni, a Milano il 64 per cento. Lo certifica la terza parte del rapporto “La sicurezza dell’esclusione”, realizzato da ActionAid e Openpolis, che completa l’analisi degli effetti del Decreto Sicurezza del primo Governo Conte

“Abbiamo dato mandato a tutti i nostri membri, in particolare a quelli delle zone più interessate, come Hong Kong e Macao, di informare il segretariato generale circa la situazione del COVID-19, e di mobilitarsi nel sostegno alla popolazione e agli organi che gestiscono la crisi”. Lo rivela il coordinatore del gruppo emergenze di Caritas Internationalis in questi giorni impegnato in più fronti per rispondere all’emergenza