Fatti

È stato presentato oggi a Roma il volume che fotografa la realtà in Italia rispetto a mortalità e istruzione per 60 milioni di abitanti. Il lavoro compiuto dall'Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti e il contrasto delle malattie della povertà (Inmp), sul censimento Istat del 2011, offre spunti per politiche intersettoriali, sanitarie e non, efficaci per la prevezione delle cause che incidono sulla salute dei cittadini

In Yemen, di fronte una vera e propria catastrofe umanitaria, con quasi 10 milioni di persone sull'orlo della carestia, le prime a farne le spese sono le bambine. È l'allarme lanciato da Oxfam, in occasione della conferenza dei paesi donatori sulla crisi in programma oggi a Ginevra

I primi cittadini dei comuni di Rovato e Pontoglio avevano deciso di aumentare del 624% e del 212% i costi del certificato di idoneità alloggiativa, che serve agli stranieri per ottenere un permesso di soggiorno di lunga durata o un ricongiungimento familiare. La decisione della Corte d'Appello di Brescia

Tra governo e parlamento di Westminster non c'è accordo. La premier Theresa May punta a un rinvio del "recesso" dall'Unione. Ma i Ventisette potrebbero pretendere un secondo voto popolare. Longley (commentatore politico): “sulla scheda tre possibilità: nessun accordo, l’accordo negoziato dalla May con Bruxelles o rimanere nell’Unione europea”

Rapporto "Il mercato del lavoro" del ministero del Lavoro, Istat, Inps, Inail e Anpal. "Per raggiungere il tasso di occupazione della media Ue15 l'Italia dovrebbe avere circa 3,8 milioni di occupati in più". Gap riguarda soprattutto i lavori qualificati e i settori sanità, istruzione e pubblica amministrazione

Rapporto Unipolis su sicurezza e insicurezza sociale. Meno del 30% della popolazione in Italia e Francia è soddisfatta della condizione economica del proprio Paese, contro il 61% in Germania e il 67% in Olanda. E ben il 60% in Italia e il 54% in Francia pensa che i giovani vivranno peggio dei loro genitori

Un aiuto concreto per le famiglie di Montegrotto Terme più bisognose: a partire da venerdì primo marzo potranno andare in biblioteca a ritirare una spesa gratuita. È quanto prevede il progetto del banco alimentare dell’assessorato ai Servizi Sociali di Montegrotto Terme che ha messo in rete il supermercato A&O, i volontari dell’Auser e la biblioteca comunale Alda Merini che ha allestito al suo interno un locale dotato anche di frigorifero che servirà per la distribuzione delle spese.

Il retinoblastoma colpisce soprattutto in età pediatrica, alta la mortalità nel paesi del Sud del mondo se non si riceve una diagnosi precoce e cure tempestive. In Uganda Cbm sostiene l’unico programma nazionale di assistenza presso il Ruharo Eye Centre a Mbarara

Quello di sabato è stato il giorno più difficile dell'opposizione al presidente Nicolas Maduro. Dopo la giornata di festa di venerdì con il concerto organizzato per raccogliere fondi per il Venezuela, ieri scontri e lanci di lacrimogeni

"Gli aiuti umanitari sono assolutamente imprescindibili per il Paese – afferma il gesuita padre Pedro Trigo teologo e filosofo venezuelano -, la sofferenza del popolo è enorme e il Governo cerca di oscurare il sole con un dito. Sarebbe importante che lo Stato concedesse l’ingresso degli aiuti umanitari, ma sono anche consapevole che essi sono solo l’inizio, serve comunque una mobilitazione più ampia e capillare. Per questo la scelta di Guaidó mi lascia delle preoccupazioni, è importante che questa fase sia gestita in modo pacifico, se i nuovi politici provocassero in qualche modo un’ondata di violenza, anche loro si metterebbero dalla parte del torto"

A novembre il Governo ha approvato un Piano d'azione per il contrasto ai roghi dei rifiuti nella Terra dei fuochi. nei giorni scorsi, il ministero dell'Ambiente, Sergio Costa, ha dichiarato che i roghi sono passati da 24,6 al mese a 17. Con Massimo Fagnano, professore di Agronomia ed Ecologia agraria all’Università Federico II di Napoli e coordinatore del progetto europeo LIFE-Ecoremed, facciamo il punto della situazione

“A causa delle condizioni meteo, che hanno determinato da più giorni il ristagno degli inquinanti negli strati bassi dell’atmosfera, in Veneto si stanno registrando numerosi superamenti consecutivi del valore limite giornaliero di PM10. E’ una situazione complicata che richiede attenzione e comportamenti responsabili; per questo ci appelliamo a tutti i cittadini perché anche con azioni e piccoli gesti, che solo apparentemente sembrano di poco conto, possono contribuire a diminuire le emissioni in atmosfera”.