Diocesi

Sembra incredibile, ma è la realtà: decorsi due anni dalla presentazione del Tempo della fraternità ci sono ancora genitori, e ancor più grave catechisti, convinti che dopo la celebrazione dei sacramenti non ci sia una chiara proposta di accompagnamento dei ragazzi.

Nella parrocchia di Sant'Agostino di Albignasego gli educatori hanno avuto modo di esperimentare una nuova formula di fraternità: non più pochi giorni con molti ragazzi, ma turni di quattro giovani che per due settimane condividono tutto. Un'esperienza forte sotto il profilo della fede e delle relazioni personali.

Il 25 maggio dalle 20.30 la S. Messa e a seguire la processione della Madonna sul canale Fiumazzo a Lova: dal 1983 la Madre viene invocata a protezione di queste terre e acque. 

Il 4 giugno, a Murelle, una serata per tutti i giovani che desiderano partire verso Santiago de Compostela. Un'occasione per raccogliere informazioni utili e per prepararsi spiritualmente al cammino.

L'estate 2019 per i giovani della Diocesi sarà alla ricerca di un’esperienza che mostri il volto di una Chiesa che risponde “Eccomi” alla chiamata del Signore, come ha fatto Maria. Un campo di servizio, un pellegrinaggio, un cammino sulle orme di un Santo, un viaggio di gruppo: ogni proposta va bene purché incontri un “pezzetto” di Chiesa. Un' idea semplice, personalizzabile, adattabile alle esigenze e caratteristiche dei tanti gruppi giovani. A conclusione dell’estate, il 15 settembre, i vari gruppi si ritroveranno per un momento di festa, di confronto e preghiera insieme al Vescovo Claudio, in Basilica di Santa Giustina. 

Nei giorni della Tredicina, in preparazione alla festa del Santo, c'è una serata tutta per i giovani: è la Notte dei miracoli, sabato 8 giugno in Basilica di Sant'Antonio dalle 21.30 alle 24. In questa veglia di preghiera  alcuni ragazzi sono disponibili per accogliere i coetanei, insieme anche ai frati, presenti per una benedizione, una preghiera, un momento di ascolto. Organizzata dal Centro per la Pastorale Giovanile del Nord Italia della provincia italiana di sant’Antonio la Notte dei Miracoli è una delle tante  iniziative formative e fraterne rivolte ai giovani. 

Tra i centri di preghiera più visitati nel territorio della diocesi di Padova: il Santuario di Santa Maria delle Grazie di Piove di Sacco deve la sua origine a un evento miracoloso del Quattrocento. Contraddistinto da secoli di presenza francescana, il Santuario ha accompagnato con la sua presenza anche tutta la storia del Novecento. Qui, martedì 14 maggio, si è svolto, il secondo dei fioretti con i giovani in ricerca di Casa Sant'Andrea.

Anche quest’anno continua il cammino di iniziazione cristiana per il gruppo di ragazzi di 11-12 anni. Tre educatrici e io lavoriamo fianco a fianco per portare attività sempre nuove, che tengano conto della vita dei ragazzi e trasmettano loro la gioia di vivere con Dio all’interno della comunità.