Villa Immacolata. La spiritualità non “frena” grazie alla webradio

Seppur in un clima un po' rallentato, con uno spirito di attenzione e attesa, l'attività della casa di spiritualità diocesana Villa Immacolata prosegue. Alcune proposte sono state rimodulate e pensate in forma online, altre spostate alla primavera dell'anno prossimo altre ancora continuano in presenza, seguendo le indicazioni anti contagio. In questa programmazione si inserisce anche la web radio che a partire proprio da novembre offre una ricca programmazione alla portata di tutti e su argomenti diversi. 

Villa Immacolata. La spiritualità non “frena” grazie alla webradio

Procede l’attività di Villa Immacolata, la casa di spiritualità diocesana. Nel rispetto dei Dpcm. Ecco che alcune proposte saltano e sono state rimandate alla primavera dell’anno prossimo, altre invece sono state rimodulate su piattaforme online, altre ancora restano in presenza con le limitazioni previste e in costante aggiornamento. Rispetto ai tempi normali, ora si chiede con insistenza che l’iscrizione venga fatta prima, perché purtroppo la situazione impone di non accogliere partecipanti all’ultimo minuto. «Dobbiamo calibrare le presenze, raccogliere i dati, far combaciare i numeri – specifica don Federico Giacomin, il direttore – L’iscrizione ci permette di essere tranquilli e organizzati. Centelliniamo di giorno in giorno le attività. Già in maggio, quando è stata fatta la programmazione dei diversi itinerari e incontri, si è pensato a una alternativa in caso di lockdown o restrizioni ulteriori e quindi alcuni percorsi possono essere attivati in modalità online».

In questa programmazione, per certi versi atipica, si inserisce anche la web radio che nei mesi scorsi, quelli di chiusura totale, ha funzionato molto bene e che adesso, con l’avvio del nuovo anno pastorale, riprende il suo prezioso servizio. «Da novembre in cantiere ci sono diversi programmi – dice il direttore – pensati in sinergia e comunione con don Andrea Toniolo, preside della Facoltà teologica del Trivento, e con don Daniele Longato direttore dell’Ufficio per le comunicazione sociali della Diocesi. Vengono proposti incontri “sbriciolati” alla portata di tutti».

Dal 16 al 21 novembre, ad esempio, si tengono incontri di approfondimento della storia di alcuni santi proposti da padre Antonio Maria Sicari, teologo italiano dell'Ordine dei carmelitani scalzi. Oppure, dal 23 al 28 novembre "va in onda" la vita di Charles De Foucauld con don Vittorio Pistore, che ne ha discusso una tesi di specializzazione in Teologia spirituale. Il 28 novembre e il 12 dicembre, invece, don Gianandrea Di Donna, docente di liturgia, propone “La speranza cristiana nel canto della Chiesa”.

«Se da un lato quindi ci può essere un rallentamento per le attività tradizionali – conclude don Federico Giacomin – non verrà comunque a mancare una ricca e diversificata offerta di formazione spirituale. Continuiamo, per quanto possibile, a offrire una proposta cristiana e di riflessione ai gruppi e al singolo. Attendiamo di vedere come si evolve la situazione, ma non vogliamo neanche frenare troppo, perché c’è sempre la speranza... L'annuncio non viene interrotto, perché l’esperienza cristiana non va tralasciata». Per info e iscrizioni: villaimmacolata.net

Frisina

Mons. Marco Frisina doveva essere a Villa Immacolata, dal 9 novembre, per proporre un percorso su Mosè.

La proposta è stata rimandata a data da destinarsi, ma sulla web-radio della casa di spiritualità diocesana è possibile ascoltare – dal 9 al 13 novembre – le nove meditazioni che ha tenuto a Villa Immacolata nel febbraio 2014 dal titolo “Eccomi: i servi di Dio”.

Sono in programma due meditazioni al giorno, da lunedì a giovedì (9.30 e 15.30), e una al venerdì. Info sul sito di Villa Immacolata.

Copyright Difesa del popolo (Tutti i diritti riservati)
Parole chiave: web-radio (1), villa-Immacolata (16), spiritualità (22), casa (109), accoglienza (178)