Mosaico

Consigli e “dritte” per non sprecare cibo e risparmia a tavola, senza rinunciare alla qualità e alla freschezza degli alimenti è stato il filo conduttore al Mercato Coperto “Padova km zero” di via Vicenza 23 dove gli agricoltori e i tutor Coldiretti hanno presentato nei giorni scorsi il “decalogo antispreco” elaborato per le famiglie e i consumatori. Qualche esempio: fare la lista della spesa, leggere attentamente la scadenza sulle etichette, verificare quotidianamente il frigorifero dove i cibi vanno correttamente posizionati, effettuare acquisti ridotti e ripetuti nel tempo, privilegiare confezioni adeguate, scegliere frutta e verdura con il giusto grado di maturazione, preferire la spesa a km 0 e di stagione che garantisce una maggiore freschezza e durata, riscoprire le ricette degli avanzi, dalle marmellate di frutta alle polpette fino al pane grattugiato, ma anche non avere timore di chiedere la doggy bag al ristorante.

Da giovedì 28 a domenica 31 marzo, per il terzo anno consecutivo, Cortina d’Ampezzo ospita l’art4sport team per tre divertenti giorni sulla neve. Giunto alla settima edizione, ski4sport è uno dei tanto appuntamenti organizzati da art4sport, l'associazione nata nel 2009, ispirata alla storia di Bebe Vio. Fra gli obiettivi dell’associazione, che conta ventinove atleti in diverse discipline, ci sono la raccolta fondi per l’acquisto di protesi sportive da dare ai ragazzi e la promozione della conoscenza e pratica dello sport paralimpico in Italia.

La cooperativa Fare il mappamondo gestisce la bottega di consumo responsabile Corti e buoni in zona Paltana a Padova. Un impegno che trae le sue origini dal desiderio di promuovere il consumo responsabile sulla base di scelte ben precise, come l’ecologia, l’integrazione sociale, la sostenibilità ambientale. In bottega si trova di tutto: dai prodotti alimentari di AltroMercato a quelli di Libera Terra, dalla verdura biologica a chilometri zero al guanciale di Amatrice, dall'artigianato del Sud del mondo ai prodotti dalle cooperative sociali. Tante proposte per "convertire" i consumatori a un’economia rispettosa della dignità delle persone e dell'ambiente. 

Approfondimento settimanale del Giornale Radio Sociale dedicato al tema della parità fra uomini e donne, in particolare nello sport più popolare d'Italia. Mentre la consapevolezza culturale avanza, quello del calcio femminile resta ancora oggi un universo limitato al puro dilettantismo. Ma i passi avanti non mancano

Il tumore al seno è la neoplasia più diffusa tra le donne. I casi sono sempre di più, ma aumenta anche la percentuale di sopravvivenza. Le donne che hanno attraversato questa esperienza si mettono spesso a disposizione di quelle che devono ancora uscirne, creando associazioni che offrono servizi per la riabilitazione psico-fisica.

In un editoriale del 1991 sul New England Journal of Medicine, la cardiologa americana Bernardine Patricia Healy, prima donna a dirigere l'Istituto Nazionale della Salute degli Stati Uniti, osservò che le donne erano meno ospedalizzate, meno sottoposte a indagini diagnostiche, ad interventi e a terapie rispetto agli uomini, e definì questa particolare condizione "La sindrome di Yentl", dal nome della protagonista del racconto di Isaac Singer costretta a travestirsi da uomo per studiare il Talmud. Era l'inizio della medicina di genere.

La Difesa s'incontra, l'Ufficio missionario diocesano e Noi Padova hanno presentato questa mattina il progetto per la Quaresima "la Focaccia della fraternità" a sostegno del doposcuola Semilla de Mostaza (Semi di senape) in Ecuador.