Fatti

Sale la tensione nella Striscia di Gaza dove si susseguono lanci di razzi contro Israele che risponde bombardando postazioni militari di Hamas. Le condizioni della popolazione, due milioni di persone, sono drammatiche. "I gazawi sono in mezzo a due conflitti: Hamas contro Israele, Hamas contro Fatah. Non hanno nessuna speranza di futuro" si legge in un articolo nell'ultimo numero di Italia Caritas (IC) che dedica ampio spazio a quanto accade nella Striscia. L'appello di Caritas Gerusalemme: “Porre fine all'embargo. La violenza non può essere la soluzione”

“Non è più possibile pensare che l’Europa non rimetta in campo un sistema di ricerca e salvataggio”. Lo dice al Sir Carlotta Sami, portavoce dell’Unhcr in Italia, dopo il naufragio davanti alle coste libiche in cui avrebbero perso la vita 40 persone. Il team in Libia dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati sta assistendo le persone salvate, circa sessanta.

Si è svolta ieri mattina a Mestre la prima tappa del processo di formazione attraverso il quale Veneto Lavoro, l’ente strumentale della Regione del Veneto per le politiche del lavoro cui spetta il compito di coordinare e gestire i 39 Centri per l’Impiego del Veneto, ha accolto i 142 navigator assegnati al Veneto e destinati ad affiancare gli operatori pubblici dei servizi per il lavoro nella gestione delle attività legate al Reddito di Cittadinanza.

Una impresa su 10 in Italia è gestita da stranieri. Alla fine di giugno queste aziende hanno superato le 600 mila unità, grazie ad una crescita nel secondo trimestre dell’anno di 6.800 unità (+1,1% rispetto al trimestre precedente). I dati Unioncamere

“Un cambiamento di paradigma politico”. È quanto l’attuale situazione di “caos climatico” sta chiedendo ai leader mondiali. Lo afferma Pasquale Ferrara, docente della Luiss e ambasciatore italiano in Algeria, a commento del G7 di Biarritz. “Non possiamo più limitare la nostra concezione di sicurezza a quella della sicurezza militare o alla sicurezza delle frontiere. Se non mettiamo mano a dei meccanismi che limitano l’influenza dell’attuale caos climatico - l’impatto cioè che il riscaldamento della terra ha sulla desertificazione, sulle risorse alimentari e idriche – non possiamo più essere sicuri”