Fatti

Sono 62 i ricorsi contro l'Italia per violazione del diritto dell’Unione Europea 10 per mancato recepimento delle direttive comunitarie. Le più numerose sono le infrazioni legate all’ambiente. All’epoca del governo Letta erano addirittura 121 le violazioni italiane degli obblighi nei confronti dell’Europa, poi sono scese a 58 nel febbraio dello scorso anno.

A dieci giorni dal possibile recesso del Regno Unito dalla "casa comune", a Londra non si intravvedono ancora schiarite politiche. La premier Theresa May parteciperà il 21 e 22 marzo al Consiglio europeo a Bruxelles, durante il quale potrebbe chiedere un rinvio del "divorzio". E mentre a Westminster manca una precisa linea politica che guardi al futuro, in sede Ue si respira un clima poco propenso verso i britannici

Dossier immigrazione. La popolazione straniera è stabile, nel Paese come a Padova. Arcella, caso particolare. In un momento storico in cui si semplifica la realtà per passare messaggi sbagliati, è importante rendere la complessità dei fenomeni

La norma “Spazzacorrotti” equipara ai partiti politici gli enti che abbiano all'interno persone che hanno fatto politica. Stefano Zamagni: “Poca conoscenza della realtà, anche professori e magistrati possono fare politica e tornare a lavoro”. Operativamente? “Non è un problema di costi ma di reputazione e valore sociale”. Interrogazione al ministro Salvini

La risposta alla fame e alla povertà dei venezuelani viene da tante parrocchie del Paese dove sono attive le “ollas solidarias” (pentole solidali), mense dove viene offerto cibo e sostegno. I primi a dare una mano sono gli stessi poveri che le frequentano che offrono quel poco che hanno, nello spirito del condividere per non lasciare indietro nessuno, come recita lo slogan della campagna di Quaresima della Chiesa venezuelana.

Più di 5 milioni gli italiani presenti in altre nazioni. Il 30 per cento di chi parte è laureato. Per l'Ocse siamo “l'ottavo Paese di emigrazione” ma il nuovo rapporto di Idos e “San Pio V” parla di “numeri sottovalutati di tre volte: tra 290 mila e 350 mila nuovi espatriati all’anno dentro Schengen”

Un’unica sede per 7 medici di medicina generale, a seguire oltre 9000 assistiti. Gli spazi concessi in locazione dall’Ulss 6 Euganea. Supporti informatici collegati in rete. Il DG Scibetta: “Integrazione, accessibilità, continuità assistenziale”.