Mosaico

«Non capisco ma mi adeguo» ripeteva giocosamente un comico nel lontano 1985. Ed è quello che affermano gli insegnanti di oggi, sottoposti a una doccia scozzese di riforme, leggi, circolari estemporanee, linee guida imposte e modificate di punto in bianco, nello spazio di un mattino. Piovono dall’alto senza che loro, i docenti, professionisti dell’educazione, possano intervenire o collaborare in prima persona, loro che la scuola la conoscono dal di dentro.

L’assemblea straordinaria lo ha designato come nuovo portavoce, al posto di Enrico Giovannini che ha lasciato l’incarico essendo entrato a far parte del Governo. Stefanini  mantiene quello di presidente. Torna  il Festival dello sviluppo sostenibile (28 settembre-14 ottobre 2021)

Esce nelle librerie “Noi due siamo uno”, viaggio dentro uno degli episodi più incomprensibili degli ultimi anni. Con il diario, ritrovato dopo la sua morte, di Andrea Soldi: testimonianza lucida e personale dall’universo della schizofrenia

Nella scuola Ferrara di Palermo il progetto promosso da Uepe,  cooperativa Nuovi Sviluppi e la Fondazione Progetto Legalità onlus. Abituati a vivere in contesti multiculturali, con nessuna propensione alla discriminazione razziale. Ma i ragazzi raccontano anche disagio e sofferenza

A segnalarlo la consigliera regionale Elena Ostanel: “Due settimane fa ci parlavano di un portale definitivo che avrebbe risolto tutti i problemi. Oggi caregiver e conviventi di persone non vaccinabili sono nel limbo e nella preoccupazione di essere un pericolo per i propri assistiti”

In Puglia l’abbandono scolastico si combatte con i laboratori del progetto “Rob.in”. E sono proprio i ragazzi con bisogni educativi speciali a beneficiarne di più. Articolo pubblicato sulla rivista SuperAbile Inail