Mosaico

Secondo uno studio della Nasa una quantità di alcol minima - ben inferiore ai limiti che la legge ritiene compatibili con la possibilità di guidare – è sufficiente per annebbiare la vista e compromettere la capacità di condurre un'automobile in completa sicurezza.

Balli tradizionali, rituali delle danze africane, esercizi a occhi chiusi, contact: sono alcune delle attività dei laboratori portati avanti a Roma con gli studenti di quarta e quinta superiore e i richiedenti asilo. Battista, ideatore del progetto: “La danza e l’arte possono essere un ponte laddove la lingua non è efficace”

Quella che è forse l’ultima opera di Sandro Botticelli, risalente al 1501, sembra la prima, anzi, uno studio quasi infantile, preparatorio al grande balzo di uno dei protagonisti della stagione del Magnifico a Firenze. La Natività Mistica, conservata alla National Gallery di Londra, ribalta alcune delle conquiste prospettiche e volumetriche da Giotto in poi: non c’è rispetto della prospettiva, anzi, c’è una evidente disarmonia dei volumi: la Madonna è più grande degli angeli che dovrebbero essere in primo piano e il simbolismo prende il sopravvento sulla mìmesis (la capacità di rappresentare la realtà, così come essa appare ai nostri occhi) del Rinascimento

Azienda viareggina etica, No War Factory vende gioielli realizzati in Laos da artigiani locali e ricavati prevalentemente dall’alluminio di ordigni bellici risalenti alla guerra del Vietnam. “Il Laos è il paese più bombardato della storia. Mine e bombe continuano a mietere vittime”

A Betlemme giungono tre doni, per l’incarnazione di un’antica promessa. Non vanno ad Erode, né ai potentati locali, ma ad un neonato la cui presenza è rivelata da un fenomeno celeste, un bambino di nessuna nobiltà e senza beni di lusso, senza potere, insomma, almeno quello apparente. Eppure i Magi, gli antichi sapienti d’oriente, vanno là, a rendere omaggio alla manifestazione divina. I Magi non chiedono niente, se non la visione di ciò che è accaduto in quella mangiatoia, secondo Luca, o in una casa, se seguiamo Matteo: portano semplicemente, dopo un lungo viaggio, che a quei tempi non era una passeggiata, doni, e poi tornano indietro; quella apparizione, quell’Epifania ha cambiato per sempre la loro vita

L’iniziativa lanciata dall’Unicef Italia per la prima volta quest’anno è stata ideata e realizzata dai giovani volontari del gruppo Younicef che si recheranno presso le strutture che hanno aderito per consegnare kit per il gioco e la valigetta della Pigotta