Mosaico

Dall’esperienza del lockdown il Centro di servizio per il volontariato di Vicenza sta realizzando risposte nuove ed efficaci per permettere alle associazioni di continuare a erogare i propri servizi: sicurezza sanitaria, digitalizzazione, raccolta fondi e comunicazione sono gli ambiti individuati.

Le infestazioni da bostrico nei boschi veneti causate dai postumi della tempesta Vaia di fine 2018 sono sotto i riflettori di un progetto di monitoraggio regionale. Veneto agricoltura ha posizionato 70 trappole nel Bellunese, 15 nel Trevigiano e altrettante nel Vicentino per il bostrico dell’abete e altre 15 trappole in provincia di Belluno per il monitoraggio del bostrico del pino.

«In questi mesi abbiamo capito una volta in più quanto l’agricoltura sia importante: agricoltori, allevatori, pescatori hanno continuato a lavorare e a produrre cibo per tutti. Ma l’intero comparto ha ugualmente sofferto la forzata chiusura di mercati nazionali e internazionali, ristoranti e bar, hotel, agriturismi, mense, ristorazione collettiva, scontando cali di fatturato, a seconda delle filiere, dal 30 al 90 per cento. Alcune filiere agricole e della pesca sono state completamente azzerate. In Veneto gli imprenditori, e in particolare quelli che realizzano prodotti di qualità, hanno perso circa 500 milioni al mese nel periodo del lockdown. A queste realtà produttive vogliamo dire grazie, ma soprattutto dobbiamo garantire la possibilità di continuare a lavorare e a mantenere gli standard di eccellenza».

Con il “lockdown” si sono azzerate le richieste della ristorazione e il prezzo è crollato. Per i produttori, però, tale calo non è giustificato. Cia Padova propone incentivi statali per chi acquista il latte made in Italy, il primo passo ora però è fare rete tra allevatori per spuntare un equo prezzo e non lavorare ancora in perdita

Una produzione leggermente inferiore al 2019, ma uve sane ovunque nel Veneto. Sui Colli euganei la siccità primaverile ha avuto un lato positivo nella minore presenza di patologie

Le fattorie didattiche che hanno chiuso in primavera a causa del Coronavirus possono ora riaprire con le proposte estive, favorite anche dai contributi statali per i centri estivi

La decisione presa durante il Consiglio del 18 giugno scorso. Le risorse stanziate ammontano a 20 milioni di euro all’anno. Profumo, presidente di Acri: “Anche in questa fase di crisi, la Fondazione Con il Sud saprà accompagnare il Mezzogiorno in una grande opera di riscatto e di rigenerazione”

Indagine su 500 studenti curata da Ats e Terre des Hommes. Hanno sentito la mancanza degli amici, dell'andare a scuola e del fare sport. Solo il 15,6% pensa che le loro esigenze siano state prese in considerazione durante l'emergenza Covid.

Il nuovo progetto della cooperativa Open Group nasce per aiutare le famiglie nella gestione dei propri figli, abbattendo i costi e incentivandone la socializzazione. I gruppi saranno formati da massimo 5 bambini, di fascia di età simile. La responsabile Dall’Olio: “Già decine di richieste, rispondiamo alle esigenze della città”