Mosaico

Azione Cattolica e circolo Noi organizzano a Camin una serata culturale con Enrico Ianniello, scrittore, attore, regista e traduttore casertano. L’appuntamento è per mercoledì 12 febbraio con la presentazione del suo ultimo libro, pubblicato l’anno scorso: La compagnia delle illusioni. Una commedia agrodolce, ricca di svolte inaspettate, ambientata in una Napoli contemporanea.

Viene definita come una vera epidemia moderna. Gli psichiatri Diego De Leo e Marco Trabucchi ne parlano nel libro Maledetta solitudine ed è il progressivo isolamento che investe tutti, soprattutto gli anziani, e che è causato da molti degli attuali stili di vita e di consumo

L’annuncio, nei giorni scorsi, del possibile inserimento nei Lea degli screening prenatali non invasivi preoccupa i ginecologi e gli ostetrici cattolici. Il presidente: “In caso di anomalie genetiche potrebbero aumentare ulteriormente le Ivg”. Il Progetto Down per “aprire finestre di speranza” e il valore della medicina condivisa

Nel quartiere di Pavona ad Albano sui Castelli Romani, le opere dell'artista Morden Gore danno vita a un murales che riqualifica un parcheggio spoglio, privo di verde o panchine, dove i bambini si riversano per giocare a pallone. Sulle quattro pareti di una cabina Enel prende vita con la lingua dei segni la parola Roma, come la via principale che costeggia la piazza ma anche come la grande metropoli di cui Albano è diventa dormitorio.

Si è tenuto mercoledì l’incontro "La Rete DIH Confesercenti: finalità, buone pratiche e servizi innovativi" presso l'Auditorium di Italia Comfidi a Firenze. Un momento di approfondimento e di confronto riservato ai referenti della rete dei Digital Innovation Hub di Confesercenti, in cui la Confesercenti Padovana è sta chiamata a portare la propria esperienza nella realizzazione degli sportelli PID Punto Impresa Digitale. Sportelli realizzati grazie alla delega ed al cofinanziamento ricevuto dalla Camera di Commercio di Padova.

La legge riconosce i diritti, ma le istituzioni spesso non la applicano: ausili non concessi, ore di assistenza o di sostegno scolastico insufficienti sono tra le ragioni che spingono molte famiglie con figli disabili a rivolgersi ad avvocati e tribunali. La vittoria arriva quasi sempre, ma a quale prezzo?