Diocesi

La sofferenza di un «popolo disperso», lontano dalle chiese e dall’Eucarestia in questi giorni così difficili. Eppure, è una Chiesa “Prudente e Unita” come non mai quella descritta dalle parole del vescovo di Padova Claudio Cipolla, in collegamento lunedì pomeriggio con il programma “Siamo noi” di TV2000, per raccontare come si stanno vivendo a Padova le complesse misure di sicurezza per evitare il dilagare del Coronavirus.

A seguito delle disposizioni ministeriali e regionali a fronte dell’emergenza Coronavirus (COVID-2019), in particolare rispetto alla necessità di evitare assembramenti di persone, la Diocesi di Padova, in costante collegamento con le autorità pubbliche (Prefetto e Sindaci) e in sintonia con le altre diocesi del Veneto, dalle ore 24 di oggi, domenica 23 febbraio, alle 24 di domenica 1 marzo dispone quanto segue, per tutto il territorio diocesano: