Fatti

L'accorato appello del vescovo di El Paso, mons. Mark J. Seitz, agli agenti per l’immigrazione che sorvegliano l’ingresso dal Messico: rilasciare i migranti non violenti dalle strutture di detenzione per evitare che l'epidemia possa provocare molte morti. Ma che la situazione dei migranti sia al collasso è noto solo a quei sacerdoti, alle religiose e agli attivisti che su quel confine vedono consumarsi quotidiane ingiustizie. I migranti detenuti non sono criminali, ma persone che hanno attraversato il confine spinte da serie necessità economiche e da notevoli pericoli per la vita.

In una nota, il Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, Mauro Palma, interviene sul tema del sovraffollamento nell’emergenza coronavirus. “Rimuovere il più possibile gli ostacoli che non rendono agevole la concessione della detenzione domiciliare”

La Pasqua in Albania dove vive una piccola comunità cattolica. Ferito dal sisma del 26 novembre 2019 e sotto attacco del Coronavirus, il Paese delle Aquile sta reagendo come raccontano al Sir mons. Frendo, arcivescovo metropolita di Tirana-Durazzo e Roberta Profka, direttrice di “Shis”, ong albanese partner locale di Avsi. Da tutti arriva il grazie all'Italia per l'amicizia sempre dimostrata. "I nostri 30 medici sono lì da voi per dirvi grazie"

Save the Children lancia il suo più grande appello globale, 100 milioni di dollari per proteggere i bambini dalla pandemia. A rischio il futuro di intere generazioni, colpite dall’aggravarsi della povertà. Circa 1,5 miliardi di studenti si stima siano fuori dalla scuola, mentre la mancata risposta rapida potrebbe portare alla perdita di 3 milioni di vite in Africa sub-sahariana e Asia meridionale.
In Italia già raggiunte oltre 20.000 persone con il programma “Non da soli”, ma continuano a crescere le richieste da parte delle famiglie in grave difficoltà economica.

Torna sotto quota 60 mila il numero di presenze in carcere. Diverse le ragioni: motivi sanitari dovuti al contagio, maggior ricorso ai permessi e esecuzione della pena presso il proprio domicilio. Giù anche i reati. Il Dap: “Riduzione degli arresti in flagranza”

P rima si dedicava alle analisi sulla solitudine degli anziani e sulla pianificazione del welfare all’altezza dell’Italia che invecchia. Oggi è costretto a misurarsi con i devastanti effetti del Coronavirus, senza diplomazia: «Le persone anziane sono state troppo offese da colleghi improvvidi, superficiali e talvolta ignoranti per sentirsi di nuovo accettati dalla collettività. In pochi giorni, con il gioco dei “con” e dei “per”, abbiamo disfatto decenni di pensiero geriatrico, ma soprattutto abbiamo distrutto un rapporto di fiducia».

Il nuovo decreto-legge inietta nel sistema economico, sotto forma di prestiti garantiti a interesse prossimo allo zero, 400 miliardi di liquidità per le imprese, di cui 200 a sostegno dell'export, che si aggiungono ai 350 attivati già con il Cura Italia. Per la ricostruzione occorreranno ulteriori interventi, a cominciare da un nuovo decreto atteso per Pasqua, e occorrerà un impegno adeguato alla sfida epocale anche a livello europeo

Il Selam Palace isolato dalle forze dell'ordine: due persone ricoverate, due portate via in ambulanza poi risultate negative. L’associazione Cittadini del Mondo, che lavora lì da anni, parla di un rischio che si poteva evitare. D’Angelo: “Da settimane chiediamo dispositivi e presidi lì, nessuno ci ha ascoltato. Ora serve triage e massima prevenzione”

A poche settimane dal lancio del progetto “Per Padova noi ci siamo”, promosso da Comune, diocesi e Csv, continuano a crescere le adesioni e le donazioni. Raccolti oltre 10 mila euro. Alecci, presidente del Csv: “Ciò che sta dimostrando Padova è una grande risposta di solidarietà e vicinanza”