Idee

Speriamo che la riattivazione della normalità, sebbene nel segno delle distanze e delle mascherine, non ci faccia mettere da parte l’appello fondamentale che Dio ci ha rivolto attraverso la quarantena a cercarLo dentro di noi, e dunque a formarci alla preghiera, alla vita interiore, al rapporto con la Parola, al discernimento come arte e come atteggiamento, al silenzio. E d’altro canto, tutto questo è un appello alla Chiesa “docente”, perché punti di più alla formazione dei fedeli in tal senso, cioè nel senso di una maturità della preghiera che sappia nutrirsi di Scritture, di contemplazione, di momenti di ritiro.

Corpo assente o presente, distante o accessibile, offerto, spezzato, mangiato, esposto, visto, filmato, adorato, vilipeso, ritrovato, perduto, custodito, dimenticato… un Corpo che, pure nelle sue caratteristiche misteriose e antinomiche, continua a voler stare nel flusso delle cose e degli eventi, perché esso è anche il Corpo dell’Incarnazione, ed è il sigillo della fedeltà di Dio alla nostra carne, “nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia”

L’allarme dell’organizzazione in occasione della Giornata mondiale contro lo sfruttamento del lavoro minorile. Già prima della grave emergenza sanitaria 152 milioni di minori dovevano lavorare e 386 milioni di bambini in tutto il mondo vivevano in condizioni di povertà estrema. A questi, a causa del Covid-19, si aggiungeranno altri 66 milioni di minori caduti nel baratro della povertà

Le forze d'opposizione non vogliono dare sponde a Conte in un momento in cui intorno alla ricostruzione e, in particolare, al “tesoretto” in arrivo dall'Europa, si stanno ridefinendo posizioni e alleanze per il futuro. Del resto si tratta di un'occasione storica per tornare a investire in grande progetti e infrastrutture, dopo molti anni di stasi che hanno indebolito economicamente e socialmente il Paese ben prima dell'esplosione del Covid

Il vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino nel suo ultimo libro si interroga su quale futuro ci può essere per i cristiani oggi. In un tempo segnato da tante prove, prima tra tutti l'emergenza legata al Covid-19, e da una crisi di valori che tocca tutti gli ambiti, per il presule, "la Chiesa del futuro avrà, nelle sue piccole comunità e anche in modalità più evangeliche di vivere il rapporto tra particolarità e universalità, tra unità e pluralità, tra famiglia e città, tra economia ed ecologia, una sua forza di impatto generativo sullo sviluppo dell’intera società". Ma il rinnovamento ha bisogno di ripartire dal basso