Senza frontiere: voci dall'Europa

Le piattaforme di social media e i servizi web, utilizzati da milioni di europei, si sono uniti allo sforzo di ricordare ai cittadini di esprimere il proprio voto alle elezioni europee.

Facebook, Google, Snapchat e Twitter sono tra le piattaforme che offrono servizi extra per far sì che gli europei votino e che le elezioni non siano compromesse online.

Da oggi a domenica 26 maggio - quando saremo anche noi italiani a farlo - poco meno di 500 milioni di cittadini europei voteranno per il rinnovo dell’Europarlamento. A recarsi alle urne per primi oggi sono i i britannici e gli olandesi, venerdì Irlanda e Repubblica ceca, sabato Slovacchia, Lettonia e Malta. Tutti gli altri Paesi votano domenica 26 maggio.

Cineasti e personalità del mondo del cinema di tutta Europa si sono incontrati durante il Festival di Cannes per pubblicare un Manifesto che sottolinea l'importanza del voto nelle prossime elezioni europee. «L'Europa non è perfetta, è vero. A volte l'accusiamo, a buon diritto, di non avere né anima né emozioni e di utilizzare una lingua che pochi di noi capiscono... Eppure, nonostante le sue debolezze e le sue carenze, troviamo in lei anche umanità e bellezza. E ci sforziamo di descriverla ricorrendo a immagini delicate e utilizzando una lingua più facilmente comprensibile a tutti i popoli che la compongono...».

Hanno firmato in 400, tra gli italiani: Daniele Luchetti, Monica Guerritore, Marco Tullio Giordana e Valeria Golino.

«L’Europa è caratterizzata da una profonda crisi di identità. Occorrono decisioni importanti che possono essere prese solo su scala sovranazionale: rifugiati, migrazioni, cambiamenti climatici, uno sviluppo sostenibile dell’economia, aumento delle disuguaglianze sociali ed economiche». Lo dichiara il decano della Chiesa evangelica luterana in Italia (Celi), Heiner Bludau, invitando al voto alle prossime elezioni europee.

Riaprire la discussione sull’obbligo di indicare in etichettatura l’origine degli ingredienti agricoli; difendere le risorse per l’agricoltura e lavorare ad una Pac che offra un livello sempre maggiore di servizi ambientali, ma anche capace di premiare i valori economici e sociali generati dall’agricoltura...

Con la campagna elettorale entrata nel vico, a meno di due settimane dal voto, il Parlamento europeo sottolinea quali sono le "cose belle e importanti" attivate o normale negli ultimi cinque anni. Stop al roaming, meno plastica, tutela dello shopping on line, congedo lavorativo per i neo papà, il diritto a un po' di pausa per i "prestatori di assistenza" e diritto alla privacy per tutti.

Chi sono gli eurodeputati? Quante donne siedono nel Parlamento Europeo? Quanto contano i partiti nazionali?  Quanto hanno lavorato gli eurodeputati? In quanto tempo si approva una legge a Bruxelles? Quanti sono i partiti europei?

Da luglio 2014 a dicembre 2018 al Parlamento europeo sono stati approvati in plenaria 2.134 testi, tra cui 708 atti legislativi; le commissioni parlamentari hanno tenuto  552 audizioni pubbliche; sono state ricevute 6.880 petizioni.

C’è tempo fino al 16 maggio per garantirsi uno dei 20 mila travel pass messi a disposizione dalla Commissione europea che ripropone DiscoverEU, il progetto rivolto ai giovani di 18 anni che dà la possibilità di girare l’Unione europea viaggiando gratis. 

Lotta ai cambiamenti climatici, alla povertà e alle disuguaglianze sociali, più istruzione e formazione, una più sentita difesa della democrazia. Sono le priorità espresse dai giovani europei attraverso un'indagine Eurobarometro cui hanno partecipato circa 11mila  giovani che nel marzo 2019 avevano tra i 15 e i 30 anni.

Il voto del 26 maggio darà vita al nuovo Parlamento europeo e, insieme, potrà influenzare la scelta del presidente della Commissione europea. L'europarlamento, infatti, ha cercato di garantire che, votando alle elezioni, i cittadini europei abbiano anche questa possibilità grazie allo Spitzenkandidaten (candidati principali), una procedura in base alla quale i partiti politici europei, in vista delle elezioni, nominano i propri candidati al ruolo di presidente della Commissione, e la presidenza andrà al candidato del partito politico capace di ottenere sufficiente sostegno parlamentare.

Entro il 2060 in Germania il numero dei cattolici sarà dimezzato. Lo dice un rapporto del centro Generationenverträge dell’università Albert-Ludwig di Friburgo che lo imputa alla questione demografica e alla secolarizzazione. La situazione è ora allo studio del Consiglio Ekd e della Conferenza episcopale Dbk. «Non andiamo nel panico a motivo delle proiezioni» è la reazione del card. Reinhard Marx; che aggiunge «orienteremo il nostro lavoro di conseguenza». Per questo è necessario valorizzare i segnali di speranza.

Le elezioni europee si terranno nei 28 Stati membri dal 23 al 26 maggio. Sono elezioni a suffragio universale che si svolgono ogni 5 anni per eleggere 751 deputati al Parlamento europeo. In Italia si voterà domenica 26 maggio e tutti i Paesi inizieranno lo spoglio dei voti alle 23 di quello stesso giorno, in modo tale da rendere lo scrutinio una procedura simultanea in tutta l'Unione europea. Non esiste una legge elettorale europea, ma ciascuno Stato membro usa una propria legge elettorale per l'attribuzione dei seggi che gli spettano. È necessario che il metodo utilizzato sia proporzionale e che la soglia di sbarramento non sia superiore al 5%.

Nella Circoscrizione Nord Est - che comprende Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna - i candidati da eleggere sono quindici. Ogni elettore ha la possibilità di indicare fino a tre preferenze, ma va garantita la parità di genere tra i nomi indicati: se si esprimono tre preferenze, almeno una deve essere di sesso diverso (due uomini e una donna o due donne e un uomo). Se si scrivono tre preferenze e i candidati sono dello stesso sesso, l’ultima preferenza viene annullata. Passano solo liste che superano lo sbarramento del 4%. Tutte le liste hanno scelto come capolista il big del proprio partito. La curisità? La lista “Parlamentare Indipendente” con un solo candidato: Lamberto Roberti. Di seguito tutte le liste in lizza.