Fatti

L'offensiva turca in Siria vista dall'Iraq. I centri di Caritas Iraq al confine siriano sono allertati in vista di un possibile esodo di rifugiati in fuga dalla guerra. "Almeno 130mila” secondo il governo del Kurdistan iracheno, ma potrebbero salire a 250mila "se venissero aperte le frontiere, ora chiuse". L'Iraq si troverebbe a gestire una emergenza superiore a quella che vide, nell'estate del 2014, 125mila cristiani iracheni della Piana di Ninive, in fuga dall'Isis, arrivare a Erbil in una sola giornata

A Bruxelles si è lavorato tutta la notte e nella tarda mattinata è giunto l'accordo per il recesso del Regno Unito dall'Unione europea. Ora i tempi sono strettissimi e gli ostacoli da superare rimangono notevoli. Anche perché un divorzio senza regole aprirebbe scenari peggiori di quanto si possa prevedere sul piano politico, economico e della pace fra le due Irlande

Giovedì 17 ottobre, con l’indicazione in sede di Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome, e la successiva ratifica in Conferenza Stato-Regioni, il Direttore Generale della Sanità della Regione Veneto, Domenico Mantoan, è stato designato Presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco – AIFA. La nomina formale avverrà da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Adesso è ufficiale. La Commissione guidata da Ursula von der Leyen non entrerà in carica il 1° novembre. Se proseguiranno senza ulteriori intoppi le procedure parlamentari per le audizioni dei commissari di Francia, Romania e Ungheria (nomi e date sono ancora da definire), e il voto finale di fiducia al collegio, la squadra della von der Leyen potrebbe entrare in carica il 1° dicembre.

Sterilizzazione dell'incremento dell'Iva, riduzione del “cuneo fiscale”, lotta all'evasione fiscale, interventi per la famiglia e abolizione del superticket nella sanità. Questi i titoli principali della manovra varata dal Consiglio dei ministri a tarda notte. Un'approvazione avvenuta con la formula “salvo intese”. In pratica non è stato raggiunto un accordo su tutti gli aspetti e quindi non esistono ancora i testi ufficiali, dopo le varie bozze circolate nei giorni scorsi

"Stiamo assistendo a un massacro": dalla Camera dei deputati, dove oggi è stato presentato il Rapporto della ong Upp, “Civili sotto attacco. Violazioni del diritto umanitario internazionale durante operazioni militari turche e di altri gruppi armati nella Siria del Nord Est”, giungono le parole di Yilmatz Orkan, rappresentante dell’ufficio informazione del Kurdistan in Italia. "Fermiamo i bombardamenti in questa zona dove vivono quasi 5 milioni di persone. Pronti a dare il nostro contributo all'interno del Comitato costituzionale in Siria se verremo invitati"

Ricorreva ieri la Giornata Mondiale dell’Alimentazione della FAO, dedicata alla promozione di uno stile di vita sano, per il benessere e la salute delle mamme e dei bambini, alla quale la Regione del Veneto ha aderito con una iniziativa dal titolo “Mamma Mangiamo Sano!”, organizzata dalla Direzione Regionale Prevenzione, Sicurezza Alimentare e Veterinaria, che ha riunito al Museo della Storia della Medicina di Padova (dove è in corso la mostra "io vivo sano: alimentazione e DNA”) esperti del settore e operatori delle Ullss con lo scopo di sviluppare reti e collaborazioni a supporto della donna, dal concepimento ai primi anni di vita del bambino, per promuovere una sana alimentazione.

Sei mesi fa le fiamme divorano in diretta mondiale la cattedrale di Parigi. Tra lentezze e burocrazia, l’arcidiocesi di Parigi ha organizzato una conferenza stampa per fare il punto sui lavori e sulle donazioni fino ad oggi ricevute. Il rettore mons. Chauvet: “Non mi aspettavo una tale generosità e dimensione affettiva. E quando parlo di dimensione affettiva mi riferisco a tutte quelle persone che guardando alla cattedrale in fiamme, hanno pianto. Esiste quindi uno ‘spirito della cattedrale’, un’anima che non si è mai distrutta”

Quasi 70 vittime e 38mila sfollati. È il bilancio dei danni causati dal tifone Hagibis in Giappone, mentre sono ancora in corso le operazioni di soccorso nelle regioni centro-orientali più colpite. Maria Antonietta (Mitty) Casulli del focolare di Tokyo racconta: “Il sistema di prevenzione ha limitato il numero dei morti”. Esemplari come sempre i giapponesi di fronte alle tragedie: “Quando c’è un terremoto o si è travolti da un tifone, cala un profondo silenzio. Non c’è rumore, non ci sono urla né scompiglio. Non si vedono scene di panico”

A due settimane dall’incendio al campo di Moria a Lesbo, un altro rogo si è sviluppato questa notte al campo di Vathy sull’isola di Samos. Al momento non è stata registrata alcuna vittima. Le équipe di Medici senza frontiere (Msf) a Samos, attive dal 2015, riportano la distruzione di una serie di containers e tende. Circa 600 persone rimaste senza un rifugio hanno trovato una sistemazione in alcuni edifici dell’isola grazie all’aiuto di alcune Ong locali. L'intervista del Sir ad Andrea Contenta, operatore umanitario di Msf che segue i progetti a Samos

Il 9 ottobre prendeva inizio l’offensiva turca in territorio siriano denominata “Fonte di pace”. Movimenti di truppe e di mezzi al confine, attacchi aerei e di terra, morti e feriti, molti civili, centinaia di migliaia di sfollati in fuga sono il quadro che accompagna questo nuovo fronte di guerra che non poche reazioni sta provocando a livello internazionale. Dopo una settimana che cosa è cambiato negli equilibri delle potenze internazionali e regionali coinvolte? Il Fronte di Astana (Turchia, Russia e Iran), messo alla prova dal disimpegno Usa, potrà ancora essere efficace per garantire l’integrità territoriale della Siria? Ne abbiamo parlato con Matteo Bressan, analista e docente, direttore dell’Osservatorio per la stabilità e sicurezza del Mediterraneo allargato (OssMed) della Lumsa