Mosaico

Stefania Di Paolo, dottoranda presso l’Università di Leeds, racconta come i danzatori disabili si stiano inserendo nel contesto culturale italiano, spingendo sempre più verso il riconoscimento della propria professionalità. “L’artista con disabilità può diventare una spinta per ripensare all’intero sistema di produzione e fruizione dell’opera d’arte in un senso più inclusivo”

Si è tenuto ieri un incontro fra il presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e i vertici delle organizzazioni sindacali. Obiettivo: individuare un percorso che porti alla proposta di una legge quadro nazionale che definisca servizi e sostegni adeguati ed uniformi

Il principe Filippo di Edimburgo fu presidente del Wwf Internazionale dal 1981 al 1996 e fino ad oggi ne era presidente emerito. Fulco Pratesi: “In una delle visite al Wwf di Roma ci disse che se fosse stato distrutto il Colosseo, disponendo di disegni e rilievi, si sarebbe potuto in qualche modo ricostruire. Se si fosse estinto il rinoceronte indiano, nemmeno Dio avrebbe potuto rifarlo”

“Estremismo violento e radicalizzazione giovanile: vettori, manifestazioni e strategie di intervento” è il titolo di una ricerca che analizza le diverse forme di conflitto, intolleranza e discriminazione che spingono i giovani (fascia di età compresa tra i 14 e i 20 anni) ad assumere comportamenti violenti verso singoli e gruppi vulnerabili. Sotto la lente l'estremismo di tipo islamico e quello legato a forze nazionaliste e di ultra destra. Il Sir ha posto alcune domande all’autore, Alessandro Bozzetti

Pubblicato quattro anni fa nel Regno Unito e ora tradotto in Italia “Un nido in testa” di Martino Sclavi è la storia di un uomo che non si rassegna al destino e accetta, senza abbattersi, il fatto di aver perso la capacità di riconoscere le parole. Grazie all’ausilio di un'app riuscirà a scrivere

Domani manifestazione delle famiglie rom dell’area F di Castel Romano, a distanza di 15 giorni dalla chiusura dell’area. Per l’Associazione 21 luglio la sindaca di Roma aveva promesso alloggi popolari ma, ad oggi, 3 nuclei sono finiti in strada e 4 sono stati inseriti nel Covid Hotel, malgrado non siano positivi