Mosaico

Molte le proposte formative per nuovi volontari in provincia di Padova a partire da settembre da parte delle associazioni operanti in ambito socio-sanitario.

Nel piccolo borgo montano di Foza, compreso fra i sette comuni dell'Altopiano di Asiago, l’economia si è snodata lungo i secoli attorno alle attività boschive e alla pastorizia. Ed è in questa attività che i pastori di questo comune a più di mille metri di quota hanno selezionato nel tempo una razza di pecora dalla lana lunga e adatta alla tessitura chiamata proprio con il nome del loro paese. Una razza Foza che si diffuse al punto tale da essere identificata anche come “pecora vicentina”.

Pubblicata su «Nature Communications Biology» la ricerca di Marianna Pauletto dell'Università di Padova. Ora si potranno individuare i geni che fanno crescere di più, ammalare di meno o che garantiscono un filetto di elevata qualità.

Mostra di pittura, fiera del libro, mercatino missionario, esibizioni varie, giostre, stand gastronomico e “Sandwichissimo” gestito dai giovani, pesca di beneficenza e musica: dal 30 agosto al 4 settembre a Tombelle, nella parrocchia della Beata Vergine Maria del perpetuo soccorso, c'è la tradizionale festa settembrina.

441a edizione della Fiera di Conselve, dal 24 agosto al 2 settembre, che richiama ogni giorno migliaia di persone nella cittadina. Il clou tra domenica 26 e martedì 28 agosto, giorno dedicato al mondo dell'agricoltura in particolare, ma ogni sera il villaggio Fiera propone appuntamenti diversi adatti a tutte le età. Da segnalare anche i numerosi stand gastronomici, in particolare la Bettola del Patronato. 

Nonostante una crescita del 3,9 per cento, in termini di valore della produzione lorda vendibile, l'agricoltura veneta non sembra certo gratificare gli attori protagonisti. Molte aziende rischiano nel prossimo futuro di chiudere

È per venerdì 31 agosto dalle ore 19 nel vigneto sotto al Capitello della Madonna del monte Pirio a Luvigliano di Torreglia, l'appuntamento con “La Vendemmia notturna del monsignore”.  Una straordinaria occasione per condividere la fine della vendemmia di Maeli Wine, con la benedizione di mons. Liberio Andreatta, già a capo dell'Opera Romana Pellegrinaggi.

Maurizio Antonini, direttore della Confederazione italiana Agricoltori di Padova, che ha raccolto in questi giorni la forte contrarietà degli associati rispetto alle misure adottate dal governo per il lavoro a tempo determinato con il Decreto Dignità, ha fermamente sottolineato il disappunto degli imprenditori agricoli della Cia non potranno usare voucher per la prossima vendemmia.

Nelle sere del 24 e 25 agosto, dalle 20.30 alle 23 circa, il centro parrocchiale «Madre del Redentore» vedrà le contrade di Santa Maria Assunta, Santa Marta, Santa Lucia, Sant’Antonio e Santa Maria del Prà gareggiare nella corsa dei sacchi, tiro alla fune, trasporto dell’acqua con la carriola e altri giochi che riportano la memoria al passato e assicurano un paio di serate di puro divertimento. Con una novità: quest’anno il gioco del tiro alla fune si disputerà anche con le squadre femminili.