Fatti

Si susseguono nelle città e nei villaggi della Piana di Ninive le iniziative di convivenza e riconciliazione in cui le locali comunità cristiane e islamiche si ritrovano a condividere l’iftar, il pasto serale con cui i musulmani interrompono il digiuno quotidiano, durante il mese sacro del Ramadan. Martedì 12 un iftar comunitario è stato ospitato nella città di Bartella, a 15 chilometri da Mosul, presso il locale centro socio-culturale della Chiesa siro-ortodossa.

Erano chiamati alle urne poco meno di 7 milioni di elettori, ma ai seggi è andato il 61,2% degli aventi diritto, contro il 67,2 della precedente consultazione. Come sempre accade nelle tornate amministrative, i fattori locali hanno una forte incidenza, così come il crescente fenomeno delle liste civiche.

Dall'inizio del 2018 la nuova rotta balcanica passa per la Bosnia-Erzegovina. E mentre gli arrivi sono in aumento del 600%, le autorità locali non sono pronte a gestire il flusso di persone dirette alla frontiera con la Croazia. Il racconto degli operatori della Caritas, in prima fila per dare una mano e sostenere la speranza di chi vorrebbe raggiungere l’Europa centrale e settentrionale con l’obiettivo di rifarsi una vita. Fra tante tragedie anche numerosi esempi di accoglienza.

Uno strumento che aiuterà le vittime, prima ancora che le forze di polizia e l’autorità giudiziaria, a creare le prove in caso di reati contro le donne o i minori.

1.739 miliardi di dollari sono stati spesi nel mondo lo scorso anno per comprare armi. L'Italia ha un export pari a 10 miliardi di euro, per metà verso Medio Oriente e Nord Africa.

Entro il 2030 metà della popolazione mondiale vivrà in zone a elevato stress idrico. Ecco perché si moltiplicano i conflitti per l'acqua.

Nel Paese l’attesa è elevatissima e l’esecutivo può godere anche di quel favore dell’opinione pubblica (la cosiddetta “luna di miele”) che nei momenti iniziali travalica i confini degli schieramenti politici. Appuntamenti e scadenze incalzano. A livello internazionale si parte subito con il G7 in Canada (8-9 giugno). Segue a stretto giro un Consiglio europeo di importanza cruciale (28-29 giugno) in cui tra l’altro si discuterà di immigrazione e bilancio Ue. A luglio (11 e 12) arriva il vertice Nato, con il governo italiano sotto osservazione per le sue posizioni oscillanti in politica estera

Sono trascorsi 50 anni dall'assassinio del leader democratico, lanciato verso la Casa Bianca dove avrebbe potuto riprendere l'azione riformatrice del fratello John. Pace, lotta alla povertà, diritti civili e uguaglianza, tutela dell'ambiente: sono alcune delle battaglie che gli costarono la vita.

«Questa responsabilità che mi è stata affidata rappresenta per me un grande onore». Commenta così Erika Stefani la nomina a ministro per gli Affari regionali e le Autonomie del governo Conte. Classe 1971, originaria di Trissino di cui è stata vicesindaco, senatrice della Lega, è alla sua seconda legislatura. 

Firmato il protocollo per la costituzione dell’Alleanza regionale conto la povertà in Veneto. Tante le realtà coinvolte, con l’obiettivo di monitorare l'applicazione del Rei e promuovere una cultura del “fare” che si contrapponga alla semplice elargizione di sussidi economici.

Il racconto in immagini delle celebrazioni del 2 giugno a Padova. Le massime autorità cittadine, i rappresentanti delle associazioni, del mondo politico e delle forze armate presenti alla consegna della Costituzione Italiana ai neodiciottenni.

La Caritas di Reggio Calabria-Bova lancia l'idea di ristrutturare il piccolo cimitero di Armo, dove sono sepolti 80 migranti morti durante la traversata nel Mediterraneo, tra cui donne e bambini molto piccoli. Le Caritas diocesane sono invitate a contribuire perché diventi un luogo educativo per ricordare le oltre 31.100 vittime del mare. Stasera ci sarà una commemorazione con i partecipanti al Coordinamento immigrazione di Caritas italiana.